Venerdì 8 Marzo 2019, 22:37

Caparre sparite, la lista si allunga. "Dossier" contro l'agenzia immobiliare

PER APPROFONDIRE: agenzia immobiliare, case, truffa
L'agenzia avrebbe offerto, come se fossero disponibili, case che in realtà erano già vendute

di Melody Fusaro

La lista si allunga e il gruppo di persone che vogliono raccontare esperienze con l’agenzia immobiliare di Zelarino, a Mestre, raddoppia. Giovedì erano una ventina e ieri erano diventate già più di quaranta le persone che hanno deciso di farsi avanti per contestare alcuni comportamenti che ritengono scorretti.

IL CASO Case, l'affare salta e la caparra sparisce: l'agenzia sotto accusa

E chi li coordina ha le idee chiare: raccogliere più vicende possibili per avere un quadro preciso e dettagliato con cui rivolgersi alle forze dell’ordine e a un avvocato. Un lavoro certosino di incrocio di dati, ricevute, quote versate e immagini. Tramite le fotografie, i potenziali clienti e i proprietari degli appartamenti che sostengono che siano state offerte, come se fossero disponibili, case in realtà erano già vendute. Si aggiungono alla lista anche nuove persone che affermano invece di aspettare ancora, da mesi, la restituzione delle caparre. Proprio ieri le immagini di un appartamento visitato da un
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Caparre sparite, la lista si allunga. "Dossier" contro l'agenzia immobiliare
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-03-10 01:42:55
Eppure non mi sembra un episodio isolato, forse l'aria laboriosa del territorio allenta l'attenzione...
2019-03-09 11:33:45
Un vecchietto con barba si fumava la pipa davanti ad una baita.Passava un entusiata e chiedeva se la baita fosse in vendita."Si,', ormai son veccio, la vendo per poco...caparra solo 30 mila lire adesso in contanti o anche quel che ha nel portafoglio..e domani mattina dal notaio.."moltiplicato X.Poi nessuno denunciava tal" Tita Sorbole" per sole 30 mila lire...anche perche' in paese si metteva in giacca e radeva la barba.Quando lo presero..per scusarsi diceva "erano loro a chiedere , non io a proporre la vendita.Erano contenti per l'affare, almeno per una notte ci sognavano su a poco prezzo"
2019-03-10 07:14:46
Ma qui parla di professionisti dell'intermediazione ! dovrebbero avere un'etica e sottostare a regole ben precise.
2019-03-09 10:23:55
§§ E questo e' niente in confronto all '' annus horribilis'' di molto tempo fa in quel di Noale -VE-. Nello stesso anno,1)spari' l'addetto della Cassa Peota con tutti i soldi ;2) un consulente/commercialista si gioco' i soldi di contributi e versamenti fiscali della clientela al Casino' ; 3)il Geometra di una immobiliare in via di fallimento vendeva lo stesso appartamento a 3-4 acquirenti .Il bello era al sabato,quando andavano a vedere '' l'appartamento'' e si ritrovavano tutti li' '' ma lei dove va,e' mio,no e' mio,no no e' mio .....'' emmbehh,beh !!!
2019-03-09 11:23:43
@@@ questo dei ditini,deve essere uno che e' rimasto invischiato in una delle tre, oppure un napoletano che oggi non sta in se per la brutta notizia di Thiene.Probabilmente per la contentezza,oggi invece di 2 uova sode si fa una frittatina con i funghi di vasetto .