Wartsila: l'assemblea dei lavoratori dello stabilimento di Val Rosandra approva l'accordo

Giovedì 1 Dicembre 2022
Wartsila, assemblea lavoratori di Val Rosandra approva accordo

TRIESTE - L'assemblea dei lavoratori dello stabilimento Wartsila della Val Rosandra hanno approvato questa mattina l'accordo siglato, due notti fa, a Roma al Ministero delle Imprese e del Made in Italy. All'assemblea hanno partecipato 700 lavoratori, alcuni dei quali in collegamento perché in smartworking, soltanto 11 hanno espresso parere contrario. A questo punto azienda e Rsu stabiliranno i tempi per la ripresa della produzione. Da quanto si apprende informalmente, è presumibile che comunque i cancelli della fabbrica vengano riaperti la settimana prossima e, con l'arrivo dei materiali, la produzione riprenda progressivamente. Analogamente, anche per quanto riguarda i motori destinati alla Fincantieri, è prevedibile che la loro consegna avvenga la settimana prossima. Soddisfazione del sindacato sull'esito dell'assemblea (alla quale hanno partecipato 800 e non 700 dipendenti come detto in precedenza). Per Antonio Rodà, Segretario Uilm Trieste Gorizia, «come abbiamo spiegato in assemblea, questo è un accordo propedeutico a creare la strada per la reindustrializzazione e che garantisce la continuità del reddito dei lavoratori per i prossimi mesi. Riteniamo che quello fatto sia stato un buon lavoro, anche con l'impegno di Governo e istituzioni, e siamo contenti che sia stato capito e recepito dai lavoratori». Per Alessandro Gavagnin della Fim Cisl, «l'approvazione dei lavoratori è un segnale importante che ci da ancora più forza in questa seconda fase, la fase del futuro e della reindustrializzazione. Seguiremo come scritto nell'accordo e monitoreremo i nuovi carichi di lavoro da oggi a fine settembre. La tappa più importante sarà a gennaio quando verrà presentato il piano industriale triennale per tutte le attività ritenute ancora strategiche e che rimarranno in Italia». 

Ultimo aggiornamento: 13:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci