Badante picchia l'anziana: il video choc delle violenze. E lei ribatte: «Colpa del lockdown»

Venerdì 27 Novembre 2020
​Badante picchia l'anziana: il video choc delle violenze. E lei ribatte: «Colpa del lockdown»

TRIESTE - Doveva accudire un'anziana invece la maltrattava quotidianamente. A rivelarlo e consentire l'arresto della badante le registrazioni nascoste disposte dalla procura di Trieste, un vero e proprio video choc quello girato che immortala la violenza. Le immagini mostrano strattoni, spintoni, trascinamenti, colpi alla testa e tirate d'orecchie alla donna. La 68enne badante georgiana, arrestata per maltrattamenti nei confronti dell'85enne triestina, ha prima negato ogni addebito, poi di fronte all'evidenza dei filmati ha dato la colpa al lockdown di primavera: «Eravamo recluse in casa e non ce la facevo più».

 

La badante è in custodia cautelare in carcere su disposizione del gip Massimo Tommassini. Le vessazioni subite dall'anziana affetta da demenza senile, erano continue e costanti. Era stata la famiglia a insospettirsi di fronte a un mutamento dell'atteggiamento della donna. Chiedeva permesso, si scusava per ogni cosa, con un modo di fare totalmente remissivo. La denuncia è scattata dopo le segnalazioni dei vicini dell'anziana di urla provenienti dall'appartamento. Ma solo grazie alle registrazioni è stato possibile dimostrare come la donna fosse sottoposta a uno stato di sudditanza e costretta al silenzio. L'intervento delle forze dell'ordine ha interrotto le violenze e consentito l'arresto della badante. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA