Montebelluna. Principio d'incendio alla scuola Einaudi Scarpa, evacuati 20 docenti e un'intera classe

Giovedì 6 Ottobre 2022 di Lucia Russo
Principio d'incendio alla scuola Einaudi Scarpa, evacuati docenti e studenti

MONTEBELLUNA (TREVISO) - Un mozzicone di sigaretta lanciato in mezzo ad un cumulo di segatura ha fatto tremare ancora una volta l’istituto Einaudi. Dall’inizio della scuola è la seconda volta che la scuola superiore si trova al centro della cronaca, prima per un tubo dell’acqua rotto che ha fatto crollare parte del soffitto del piano terra ed ora per l’invasione del fumo.

Evacuati studenti e docenti

Una nuvola di fumo ha completamente invaso l’istituto a partire dalle 14.30 ed ha poi continuato a svilupparsi inghiottendo soprattutto il piano terra e facendo scattare anche gli allarmi. Da lì il panico. All’interno dell’Einaudi c’erano una ventina di docenti impegnati nei consigli di classe e altrettanti studenti, un’intera classe dell’indirizzo Its. E qualcuno del personale. Tutti sono stati fatti immediatamente evacuare. «Non capivamo da dove venisse il fumo e nemmeno se ci fosse effettivamente in corso un incendio - spiega il dirigente scolastico, Massimo Ballon - E’ partito l’allarme e siamo usciti tutti. Abbiamo subito chiamato i vigili del fuoco». Immediato l’arrivo dei pompieri che hanno scatenato la curiosità dei ragazzi presenti e tranquillizzato i docenti che temevano il peggio. «Sono riusciti a risalire al luogo da cui il fumo era partito - spiega il preside - Si trattava dello scantinato. Qualcuno era andato lì a fumare e aveva abbandonato il mozzicone della sigaretta lanciandolo in un cumulo di segatura messa per asciugare un’infiltrazione e che fortunatamente essendo bagnata non ha preso fuoco». 

Sigarette abbandonate nello scantinato

«Oltre al mozzicone di sigaretta che ha fatto partire il fumo, ne sono stati trovati anche molti altri - aggiunge il dirigente - Questo fa pensare che lo scantinato venga usato come luogo dove andare a fumare indisturbati. Ma non va bene. Ora cercherò di capire chi sia il responsabile e presterò più attenzione anche a quella zona. Non escludo nessuno, potrebbe essere stato anche un collaboratore. Nulla di volontario, solo una disattenzione». La scala che porta allo scantinato non viene chiusa a chiave durante l’orario scolastico per permettere il passaggio più agevole di chi ci transita con in mano anche dei pacchi. «Ora la chiuderò - afferma il dirigente - Fortunatamente non c’è successo niente di eclatante, poteva andare peggio. E’ stato un tanto fumo e poco arrosto». E’ già il secondo intervento dei vigili del fuoco all’Einaudi dall’inizio dell’anno scolastico. A metà settembre i pompieri erano stati chiamati per una tubatura rotta del lavandino di un bagno al primo piano che aveva rotto anche parte del soffitto. «L’altra volta sembrava un fatto un po’ voluto, questa volta qualcuno ci ha fatto lo scherzetto di andare giù a fumare», conclude il preside. 

Ultimo aggiornamento: 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci