Non controllavano il Green pass ai clienti seduti al tavolo: multati tre locali

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Claudia Borsoi
I controlli del Green pass negli esercizi commerciali verranno aumentati
7

VITTORIO VENETO Tre pubblici esercizi non controllavano il Green pass ai clienti seduti ai tavoli. E due di questi gestori erano pure sprovvisti del foglio verde. Mentre in città i positivi al Covid-19 crescono di giorno in giorno sfiorando ora i 150 casi, su invito della Prefettura di Treviso si fanno più serrati i controlli per verificare il rispetto delle misure anti-Covid e in particolare il possesso del Green pass nei luoghi previsti come bar, ristoranti o palestre. Ieri la polizia locale di Vittorio Veneto, dopo l’incremento di controlli annunciati dall’assessore alla sicurezza Ennio Antiga nel corso del consiglio comunale di martedì sera, ha staccato i primi verbali.


LE SANZIONI

«Sono stati sanzionati tre pubblici esercizi della città che non controllavano il Green pass ai clienti seduti ai tavoli – fa il punto il comandante Ezio Camerin - E due di questi gestori erano sprovvisti di Green pass. La sanzione va dai 400 euro ai mille euro. Se pagata entro 60 giorni, sono 400 euro. Già avevamo fatto dei controlli sul Green pass e sull’uso della mascherina ed era emerso che la maggioranza delle persone osserva le norme. Quanto ai controlli di ieri, avevamo avuto una segnalazione e siamo andati a verificare se era vera, cioè che gli esercenti non controllavano il Green pass. Nei prossimi giorni i controlli aumenteranno e dalla prossima settimana saremo coordinati dalla questura di Treviso». Come ha annunciato in aula dall’assessore Antiga i controlli saranno eseguiti «in modo convinto e massiccio, non andando più a campione, ma facendo controlli selettivi e continuativi sul nuovo Green pass», così come disposto dalla riunione del gruppo coordinamento sicurezza in Prefettura lunedì. «Nei prossimi giorni – aggiunge il sindaco Antonio Miatto – la Prefettura ricontatterà le polizie locali, così da generare un unico modo operativo coordinato con tutte le forze dell’ordine. I controlli in città si intensificheranno».


LA PREOCCUPAZIONE

Tutto questo mentre i contagi da Covid-19 tornano a salire. A martedì a Vittorio Veneto i positivi erano 142, di cui 9 ricoverati in ospedale. «Ci sono giornate peggiori, altre migliori – afferma il sindaco -. L’incremento quotidiano nell’ultima settimana è arrivato anche a 12-15 positivi in più al giorno. Quattro giorni fa eravamo sotto i 100 casi. La curva si sta impennando. Rispetto ad un anno fa, questa ondata sembra almeno a Vittorio Veneto numericamente più pesante. Presumo che ciò possa essere legato ad una diminuzione della copertura vaccinale, alla stagione e al freddo che facilita la trasmissione di virus». L’invito di Miatto è quello di vaccinarsi. Il centro vaccinale di Godega di Sant’Urbano sta registrando ogni giorno il tutto esaurito. «L’Usl 2 – conclude il sindaco – sta cercando postazioni nuove per accontentare la gente. Ci ha chiesto anche a noi uno spazio libero da 500 metri quadrati, ma non ne abbiamo, se non le palestre, che però sono attualmente usate dai ragazzi».

 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 10:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA