Cade da una sedia in casa e batte la testa, grave bimbo di 9 anni

Domenica 12 Gennaio 2020 di Nicola Munaro
Cade da una sedia in casa e batte la testa, grave bimbo di 9 anni

Ha 9 anni e dal tardo pomeriggio di ieri lotta in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita, su un letto dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dov’è ricoverato in terapia intensiva nel reparto di Neurochirurgia per un trauma cranico commotivo a cui si aggiunge un problema neurologico. A ridurlo in quello stato un incidente domestico, una caduta avvenuta in casa attorno alle quattro di ieri pomeriggio che lo ha lasciato incosciente sul colpo.

Sono stati i genitori che erano in casa con il piccolo a chiamare i medici del Suem 118, che sono intervenuti intubando subito il piccolo paziente per poi caricarlo su un elicottero e puntare dritto verso l’ospedale di Treviso.
Il fatto, per il quale sono stati solamente avvertiti i carabinieri data la certezza che tutto è successo in casa e senza alcun fattore esterno, è avvenuto in via Kennedy, a Marcon.

Il piccolo, nato nel 2010, era a casa con i genitori, nella loro abitazioni a due piani. Lui si trovava al primo piano mentre i genitori erano al piano terra della casa quando il piccolo sarebbe scivolato da una sedia. Sentito il colpo arrivare dal primo piano della loro abitazione, i genitori hanno salito le scale di corsa arrivando nella stanza nella quale si trovava il figlio di nove anni.

Lo hanno trovato a terra, non cosciente e senza grandi perdite di sangue. Immediata la chiamata al Suem 118 che ha spedito un’ambulanza a casa della famiglia. Arrivati sul posto, i medici hanno stabilizzato il piccolo che non ha più ripreso coscienza e lo hanno intubato. Chiarito che la botta presa alla testa non fosse tale da metterlo in pericolo di vita, ma piuttosto ci si trovava di fronte a possibili problemi neurologici, i medici del 118 hanno chiamato i colleghi di Treviso che hanno fatto alzare in volo il loro elicottero per recuperare il piccolo e portarlo nel loro ospedale.

Nessuna indagine su come sia avvenuta la caduta del bambino che si trovava in casa con i suoi genitori e per questo da parte del Suem non c’è stata necessità di avvertire i carabinieri. Nelle prossime ore dall’ospedale di Treviso verrà data una prognosi più precisa sulle condizioni del bambino.

Ultimo aggiornamento: 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA