Chiusa per lavori la passerella che porta alla spiaggia di Boccasette: sabbia e umidità stavano "mangiando" le travi

Giovedì 15 Febbraio 2024 di Anna Nani
La spiaggia di Boccasette
PORTO TOLLE  Per permettere i lavori di ripristino della funzionalità della passerella di accesso alla spiaggia del lido di Boccasette è stata prorogata l’ordinanza di chiusura del ponte pedonale fino al 31 marzo. Per il Comune di Porto Tolle si tratta ormai della seconda proroga, che arriva nel giro di alcune settimane, per permettere questo intervento partito subito dopo le feste natalizie per sistemare il ponticello che si era rivelato ammalorato dopo il sopralluogo della scorsa primavera per testarne le condizioni. In seguito alla criticità strutturale che era stata riscontrata l’ufficio tecnico comunale aveva infatti predisposto la chiusura al transito ai mezzi del ponte in legno. La stagione poi era continuata nel migliore dei modi, nel frattempo l’amministrazione aveva fatto predisporre il progetto di manutenzione e messo le cifre necessarie a bilancio.

LA SITUAZIONE 

A spiegare lo stato attuale delle cose è il vicesindaco Raffaele Crepaldi: «Dopo le vacanze natalizie sono iniziati i lavori per rimuovere la campata ammalorata come purtroppo si era palesato nel bel mezzo della stagione scorsa. Togliendo questa campata per inserire la nuova, purtroppo, è emerso che la sabbia e l’umidità avevano danneggiato anche la parte finale delle travi portanti della seconda parte del ponte. A seguito di questa scoperta ci siamo confrontati con la ditta affidataria del lavoro e abbiamo deciso di cambiarle». 
A occuparsi dell’intervento è la Euroservice di Porto Tolle che, intervenuta per sostituire la campata deterioriata, si è accorta che anche altre parti della passerella non godevano di un ottimo stato di salute. Una scoperta che, dopo una veloce valutazione, ha visto così l’ente decidere di intervenire prolungando quindi la chiusura dell’accesso alla spiaggia, così da poter risolvere in maniera sostanziale la problematica, onde evitare di ritrovarsi magari in piena estate a dover tamponare la situazione d’urgenza. Ai 30mila euro dell’intervento iniziale dovrebbero quindi aggiungersi ulteriori 30-40 mila euro per risolvere questo ulteriore imprevisto. 
«Sono in attesa del preventivo da parte dell’azienda – continua Crepaldi -. L’intervento sarà finanziato con gli introiti della tassa di soggiorno. Spiace perché mi sarebbe piaciuto investirli in altro, magari andando in qualche fiera di settore per promuovere il nostro turismo». 

MANUTENZIONE NECESSARIA

La cifra per la manutenzione arriverà quindi da quei 231mila euro provenienti dall’imposta di soggiorno dell’estate 2023, tassa che ha visto un leggero incremento in fase di entrata dalla previsione iniziale di 200mila euro, segno che il Delta non è più vista come una meta mordi e fuggi da godere in giornata, ma anche come luogo in cui trascorrere le proprie vacanze tra scenari mozzafiato, buon cibo e spiagge. Se la nota positiva è che la spiaggia di Boccasette in questo modo potrà contare su un ponte di collegamento rimesso praticamente a nuovo, la nota dissonante è proprio quella legata ai tempi come specifica Crepaldi: «Purtroppo questo imprevisto comporta un’attesa per gli operatori che dovranno aspettare la conclusione dei lavori per poter andare in spiaggia ed iniziare a montare le proprie strutture per la prossima stagione». Già, perché finché le due perle del Delta (oltre a Boccasette c’è pure Barricata) non rientreranno ufficialmente nel Demanio (è in corso la delimitazione da parte dell’apposita commissione) non si può arrivare al bando per le concessioni vere e proprie e gli operatori vengono autorizzati dall’amministrazione portotollese a installare i propri chioschi in deroga per poi smontare tutto al termine della stagione. 
 
Ultimo aggiornamento: 07:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci