La pandemia fa riscoprire il Polesine, aumentano le richieste di immobili

Mercoledì 23 Giugno 2021 di Marco Scarazzatti
La pandemia fa riscoprire il Polesine, aumentano le richieste di immobili

ROVIGO - La voglia di stare in spazi ampi, all'aperto, al verde, magari vicino ad un corso d'acqua, emersa nell'ultimo anno in seguito all'emergenza da Covid-19, sta facendo aumentare pian piano la richiesta di case in Polesine, da parte di persone da fuori provincia. Questo fenomeno è oggetto di uno studio da parte di Mattia Franchetti, laureando in Scienze e tecnologie della comunicazione all'Universita' di Ferrara, il quale si è concentrato proprio sulla provincia di Rovigo, vista come zona dove la gente può fare ritorno o può investire in aree agricole, in tempo di pandemia. Soprattutto nei Comuni più piccoli di campagna, vicini a Rovigo oppure al confine con Ferrara, nel corso dell'ultimo anno sono venute ad abitare diverse famiglie, provenienti da citta' anche di altre regioni. Cresce dunque il numero di persone, polesane di origine o anche semplicemente attratte dal territorio polesano, che nel periodo della pandemia ha deciso o di fare ritorno o di venire in provincia, sfruttando il fatto di poter acquistare abitazioni ad un prezzo ribassato, oppure di trovare qualche immobile in affitto. Le richieste più frequenti riguardano case o appartamenti che si trovano a ridosso di corsi d'acqua, oppure nel verde della campagna. A Bosaro, Crespino, Arqua' e non solo capita di trovare più qualcuno che ha voluto od è interessato a cambiare aria.


L'IDEA DI GAIBA
E c'è chi, come il piccolo Comune di Gaiba, viste le numerose richieste pervenute negli ultimi mesi in municipio da parte di persone non residenti, alla ricerca di immobili in affitto sul territorio comunale, ha deciso di farsi addirittura da intermediario. «Chiediamo gentilmente ai residenti, che avessero una casa da predisporre all'affitto, di contattare l'amministrazione comunale al fine di mettere in contatto il proprietario dell'unità e il richiedente - spiega il sindaco Nicola Zanca - I nostri contatti sono allo 0425/709926, oppure via mail all'indirizzo info@comune.gaiba.ro.it. Ricordo che è ancora attivo il progetto Trova casa, grazie al quale è possibile pubblicizzare la propria abitazione, in vendita o in affitto, sui siti istituzionali del nostro Comune».


POSIZIONE STRATEGICA
Mattia Franchetti ha contattato il sindaco di Gaiba. «Mi ha detto che c'è stato un aumento di 12 unità abitative rispetto al 2019 (l'anno prima del Covid, ndr). Per quanto riguarda le motivazioni, dice riferisce che sicuramente la pandemia ha fatto ripensare al modello di vita. Per quanto riguarda l'insediamento di Amazon, a Gaiba per il momento hanno avuto solo un nucleo familiare che si è trasferito lì per andare a lavorare nella sede di Castelguglielmo-San Bellino. Un'ulteriore sollecitazione potrebbe essere il frutto di un progetto comunale, una app e sito che fanno da bacino di incontro tra domanda e offerta, evitando di utilizzare l'agenzia come intermediario. Questo anche perché Gaiba è in una posizione un più strategica rispetto ad altri posti. Diciamo che da quello che ho potuto vedere qualcosa sta cambiando, ma è ancora troppo presto per avere delle linee di tendenza precise».

Ultimo aggiornamento: 11:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA