Si presenta come poliziotto, ma è un ladro: «Metta i soldi sul tavolo, controllo le impronte digitali». Arraffa la busta e scappa

Sabato 18 Dicembre 2021 di Sofia Muneratti
Indagini affidate ai carabinieri

POLESELLA - Allarme ladri a Polesella e, a farne le spese, sono soprattutto gli anziani. L’altra mattina si è consumato un furto in  una casa di Borgo Rinascita. La padrona di casa, classe 1940, stava rientrando dalla sua quotidiana passeggiata in piazza quando, varcando la soglia della sua abitazione, si è accorta che qualcuno era entrato e le aveva messo a soqquadro tutte le stanze. Ha trovato i pavimenti sporchi, i cassetti e le credenze aperti, i quadri appesi ai muri spostati, forse per cercare una cassaforte che non c’era. 

FALSO POLIZIOTTO
Proprio in quel momento, nel piccolo piazzale antistante la casa, è apparso un uomo che, come ha raccontato la signora, era vestito da vigile. Indossava una casacca con la cintura e aveva un cappello in testa e si è presentato come un poliziotto, chiedendole se fosse successo qualcosa e se potesse esserle d’aiuto. Preda della paura di quel momento, la signora non ha pensato che proprio quello potesse essere il ladro e non un vero poliziotto, perciò l’ha fatto entrare in casa, dicendogli che temeva che i ladri le avessero portato via tutto. Una volta dentro, la signora ha ingenuamente aperto un cassetto per controllare se ci fosse ancora una busta contenente duecento euro. L’uomo allora l’ha invitata a posare la busta sul tavolo per, a suo dire, poter rilevare le impronte digitali e poi le ha chiesto di andare a controllare nelle altre stanze se ci fossero ulteriori danni. 

SOLDI ARRAFFATI
Non appena la signora si è voltata, l’uomo ha afferrato i soldi ed è scappato verso via Roma, di cui Borgo Rinascita è una strada perpendicolare, dove un’auto grigio-azzurra lo aspettava con un complice alla guida. La signora lo ha seguito, gridando “al ladro” ma ormai l’auto con i malviventi a bordo si era allontanata. Immediatamente è stata sporta regolare denuncia ai Carabinieri e ora resta da capire se le telecamere di via Roma abbiano ripreso i ladri in fuga. «Una storia paradossale. È importante che gli anziani facciano particolare attenzione perché ci sono delle persone disoneste che sono in grado di soggiogarle senza scrupoli» ha dichiarato la nuora della signora. Oltre al dispiacere di vedere la propria casa invasa, sporcata e oltraggiata, anche quello per la refurtiva: non solo i soldi ma anche tutti i gioielli d’oro che, oltre al loro valore economico, avevano soprattutto un forte valore affettivo, essendo ricordi di famiglia tramandati da generazioni.

I PRECEDENTI
Non è stato l’unico caso di furto segnalato a Polesella nei giorni scorsi. Come spesso accade, nel periodo tardo-autunnale, a ridosso delle festività natalizie, i ladri d’appartamento intensificano la loro attività. È necessario prestare la massima attenzione e mettere in guardia soprattutto gli anziani, che a volte ingenuamente commettono delle leggerezze, facilitando il lavoro ai malviventi. 

 

Ultimo aggiornamento: 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci