Automobili nel mirino di ladri e vandali: rubate targhe e batterie

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Federico Rossi
A Badia Polesine sono ripresi i furti di pezzi di autovetture
BADIA POLESINE - Ancora segnalazioni di danni e vandalismi alle automobili in sosta. Gli ultimi episodi sono emersi nelle scorse ore. In un caso, stando al racconto fatto, una vettura è stata ritrovata nell’area antistante lo stabilimento Borsari di via Ca’ Mignola Nuova senza le targhe, sia quella davanti che quella posteriore.

Un furto decisamente strano, forse ipotizzabile con la volontà dei ladri di utilizzare le targhe per effettuare altri colpi in zona. Lo sfortunato proprietario era impegnato sul lavoro durante la nottata, salvo poi scoprire la brutta sorpresa al suo ritorno.

Poco distante, un’altra segnalazione analoga è giunta dai parcheggi in via Cirillo Maliani dove un’automobile posteggiata è stata ritrovata con portiera e cofano aperti allo scopo di rubare la batteria del veicolo. Casi che si sommano a quello messo in evidenza nei giorni scorsi nei pressi del cimitero di via Migliorini, dove un’auto era stata colpita da ignoti: finestrino rotto e nel mirino gli effetti personali contenuti all’interno dell’abitacolo.

A commentare questi vandalismi è il capogruppo di maggioranza Cristian Brenzan. «Il Comune di Badia - ricorda il consigliere comunale - ha trovato il modo di far inserire una lunga serie di telecamere attraverso l’appalto che prevede la riqualificazione della pubblica illuminazione. Per arrivare a questa soluzione si è dovuta percorrere questa strada, data la mancanza di fondi di cassa da parte del municipio per operare autonomamente. Siamo però costretti a fare i conti con tempi burocratici e amministrativi che non sono imputabili al nostro Comune. Tuttavia, le agognate telecamere arriveranno». Brenzan evidenzia, non senza polemica, che «le telecamere non andranno ad annullare politiche passate che hanno contribuito a portare a questi risultati».
  Ultimo aggiornamento: 13:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA