Autonomia, Zaia: «O si parte oggi a Roma o sarà l'inizio delle fine»

Autonomia, Zaia: «O si parte oggi a Roma o sarà l'inizio delle fine»
VENEZIA - Per il governatore del Veneto, Luca Zaia, «oggi è una giornata epocale, la storia ci consegna in mano una grande opportunità: o questo governo si mette a lavorare pancia a terra e comincia a scolpire per bene il blocco di marmo per farne uscire un'opera d'arte che si chiama autonomia oppure sarà inevitabile l'inizio della fine».

«Non è assolutamente una minaccia - chiarisce -, ma una costatazione. Non fare un passo in avanti per l'autonomia vuol dire venire meno ad un impegno preso con i cittadini e di noi si può dire tutto, ma di certo non che non manteniamo la parola con i cittadini. Il mio auspicio è che si ritrovi il clima iniziale di collaborazione, di voglia di fare e che le energie vengano impiegate per fare e non per disfare».


«Salvini, l'ha già detto in più occasioni, ha una pazienza olimpica come si addice ad un leader, ma è pur vero che, di certo, noi non passeremo alla storia per aver legittimato un'agonia» prosegue Zaia «credo ci siano tutti i presupposti per fare e lavorare: penso che nessuno voglia buttare alle ortiche questa esperienza. Però, per evitare gli sprechi, bisogna recuperare tutto il tempo perso e l'autonomia è il banco di prova ideale che, ricordo, è stata votata da oltre 2 milioni di veneti con il sostegno del M5s. La mano destra - conclude - non può smentire quella sinistra». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Luglio 2019, 14:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Autonomia, Zaia: «O si parte oggi a Roma o sarà l'inizio delle fine»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-07-19 18:48:28
Sì, si arriverà alla fine, infatti la maggioranza schiacciante delle persone di buon senso, è per l'abolizione di tutte le Regioni (autonome, ordinarie e speciali), serenamente e fermamente senza SE e senza MA. È proprio la fine del Regionalismo durato ben 49 anni!
2019-07-19 18:21:06
Vedo del terrore ............nei commenti
2019-07-19 16:03:21
Parla a beneficio dei creduloni, si scorda di dire che nel decennio di governo lega-fi con maggioranze bulgare (se non ricordo male avevano oltre 100 voti oltre la maggioranza richiesta) di cui lui è stato per un periodo anche ministro si è ben guardato di dare autonomia-secessione al popolo veneto, e ha fatto bene senza autonomia mantiene la carega e incrementa i voti. Un grande come il salvini, tanto i legaioli non se ne accorgeranno mai di essere presi per i fond...i da questi due. Avanti cosi e spero che anche il PD abbandoni definitivamente le iniziative concrete per dare un'autonomia reale ai padani.
2019-07-19 15:29:52
nel frattempo avete gia' cominciato a calare le braghe. Addio all'assunzione dei docenti su base regionale. Ottimo risultato.
2019-07-19 15:29:30
Forse sarà l'inizio della fine per lui...di sicuro non per il governo. Il governo ha una merea di provvedimenti da realizzare. Il mondo non ruota solo intorno all'autonomia di Zaia, se l'autonomia no sarà esattamente quella che immaginava lui pazienza, ce ne faremo una ragione. Se poi un giorno la lega prenderà il 51% allora i leghisti si faranno tutte le autonomie che vogliono come vogliono.