Zaia: «Il 78.9% dei veneti è vaccinato, arrivare all'obbligo è una sconfitta». Appello al governo: «Si decida subito per la terza dose» Video

Venerdì 3 Settembre 2021 di Raffaella Ianuale
Luca Zaia in diretta oggi, 3 settembre, 2021, dalla sede della protezione civile di Marghera
10

Luca Zaia torna in diretta oggi, 3 settembre 2021, per gli ultimi aggiornamenti su Covid-19 e vaccini in Veneto dalla sede della Protezione civile di Marghera. Il punto stampa arriva all'indomani della dichiarazione del premier Draghi che a proposito del Green pass sul posto di lavoro ha parlato, a partire dall'autunno, dell'obbligatorietà del vaccino.

Il Presidente della Regione, che negli ultimi giorni ha ricevuto messaggi di minaccia dai no-vax, fornisce gli ultimi dati sui ricoveri e sui contagiati di questa lunga pandemia. Proprio in queste ore la polizia postale del Veneto sta indagando per risalire agli autori dei messaggi minatori da parte di no-Vax e no-Green pass che stanno prendendo di mira alcuni personaggi e siti. Gli inquirenti si stanno concentrando proprio sulle chat minatorie.

 

Ormai i contagi sono in aumento e i dati di Azienda Zero dimostrano che su 10 nuovi contagiati 7 sono non vaccinati o con una sola dose di vaccino.

 

 

 

IL BOLLETTINO

A fronte di quasi 13 milioni di tamponi eseguiti da febbraio 2020, sono 637 i positivi e 2 i morti  nelle ultime 24 ore. 13.079 le persone in isolamento, 456.975 i positivi da inizio pandemia. 279 (-7) i ricoverati, dei quali 225 in area non crtitica (-5) e 54 in terapia intensiva (-1). Sono 11.643 i decessi.

Zona bianca

«In Veneto abbiamo l'Rt a 0.90 con un' incidenza di 92,9 casi su 100mila abitanti; l'occupazione delle terapie intensive è al 5%; l'occupazione dell'area medica al 3%. Sono dati che ci dicono che siamo in zona bianca e non c'è il pericolo di un passaggio repentino di zona. Ma non dobbiamo abbassare la guardia, ce lo dice anche il modello previsionale realizzato dalla prevenzione della Regione».

Vaccini

«Sono molti i vaccinati in Veneto, solo ieri sono state somministrate 22.532 dosi e sono 6.312.541 i vaccini finora eseguiti. I veneti vaccinati o prenotati sono al 78,9%. Il 60% per ragazzi over 12 è già vaccinato o prenotato. Da oggi aperte le prenotazioni alle vaccinazioni fino a fine settembre».

Report

Il Veneto ha superato ieri la soglia simbolica dei 3 milioni di residenti che hanno completato la vaccinazione anti-Covid. Si tratta precisamente di 3.006.730 persone, (62% degli abitanti) che hanno già ricevuto la seconda dose come emerge dal report della Regione. 

Terza dose

Aperte le prenotazioni alle vaccinazioni di Pfizer e Moderna fino a fine settembre. «Faccio un appello al governo, che si decida velocemente per la terza dose, il prima possibile - dice Luca Zaia, commentando le parole del premier Draghi - Il 21 settembre inizia l'autunno e se è "sì" per la terza dose, vuol dire che dobbiamo fare il focus sulle case di riposo e per noi sono 30mila ospiti. La terza dose andrà prima ai fragili. Esorto tutti coloro che non appartengono alle categorie fragili di prenotarsi adesso, perché se parte la terza dose, e dalle parole del presidente Draghi lo sarà, tutti gli altri vanno in coda».

Gli obblighi

«Arrivare a decidere l'obbligatorietà dei vaccini è una sconfitta sociale - dice Zaia - in Europa mi sembra che non vi sia nessun paese dove vige l'obbligo della  vaccinazione. E, in ogni caso io l'obbligatorietà la registro già in più di una decina di categorie professionali, come ad esempio quella dei medici. Io immagino che il primo step sull'obbligatorierà sarà quello di puntare ad altre categorie professionali».

«Grazie all'80% dei veneti che si è vaccinato si è potuto ripartire e riaprire un Paese. Siamo di fronte ad una pandemia senza precedenti. Quindi ribadisco: noi siamo a favore dei vaccini».

Tamponi gratis a chi

A proposito della divergenza con Salvini che vuole i tamponi gratis, mentre la Regione Veneto li ha messi a pagamento, Zaia commenta: «Ci sono cittadini che non possono vaccinarsi e che se vogliono andare al ristorante devono sottoporsi al tampone, questa è un'area grigia che ha diritto a una risposta. Se il tampone serve invece a bypassare il vaccino o il Green pass, è un'altra cosa».

«Noi siamo quelli che hanno fatto tanti tamponi gratuiti in un periodo in cui nessuno veniva a farseli, ma per monitorare la circolazione del virus. Questo non c'entra con il Green pass. Abbiamo sospeso la gratuità quando il Green pass ha fatto schizzare l'accesso ai tamponi e non riuscivamo più a sostenerli gratuitamente».

Le fratture

Zaia, ai giornalisti che hanno chiesto chiarimenti su posizioni divergenti rispetto a Salvini, per due volte lo cita dicendo che «anche Salvini si è vaccinato» e poi «il Green pass c'è, io ce l'ho, e ce l'ha anche Salvini».

«A me risulta che in Commissione ci fossero 916 emendamenti, la stragrande maggioranza ritirati; dei 40 rimanenti alcuni sono stati approvati, è vero che c'era anche l'abrogazione del Green pass, ma ce n'era anche uno della Lega che lo proroga a un anno». 

Le previsioni: 60 in terapia intensiva e 14.500 contagiati

Il dottor Michele Mongillo del dipartimento di Prevenzione della Regione Veneto: «Oggi presento il possibile andamento della pandemia con riferimento ai nuovi casi e all'impatto delle terapie intensive. La finestra del modello è da oggi alle prossime tre settimane. La proiezione delle terapie intensive: 48 ore fa avevamo 53 posti occupati in terapia intensiva, la proiezione fra tre settimana ci dà 60 posti occupati. C'è comunque un margine di variazione. Per l'andamento dei positivi: 13mila positivi attuali, le stime ci dicono che tra tre settimane avremo 1.500 positivi in più. Entro la settimana prossima siamo in grado di dire quanti decessi abbiamo evitato con la vaccinazione».

Scuola

Per capire il vero andamento dei contagi e se le curve di previsione verranno rispettate bisognerà però attendere l'inizio della scuola.

 

Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA