Con la slitta giù dallo Zuegg, finisce contro un albero: turista di 23 anni è grave

PER APPROFONDIRE: anagni, dolomiti, incidente, maltempo, neve, slitta
Con la slitta giù dallo Zuegg, finisce  contro un albero: 23enne gravissimo
MERANO - Capodanno da dimenticare per un ragazzo  di 23 anni che proprio la notte del primo dell’anno, mentre scendeva con la slitta da un rifugio a “Merano 2000” sulle Dolomiti, ha perso il controllo del mezzo ed è andato a sbattere contro un albero.

Francesco Amadio, che risiede ad Anagni, è stato trasportato d’urgenza presso l’ospedale di Bolzano dove i medici lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico alla testa. Al momento il ragazzo, che ha riportato gravi lesioni al capo, sta lottando tra la vita e la morte.  Figlio di un  dentista  e di una infermiera, il giovane aveva deciso di festeggiare con i suoi amici l’arrivo del nuovo anno nell’incantevole scenario delle Dolomiti. Intorno all’una e un quarto la tragedia. Subito dopo aver brindato al 2019 presso il rifugio Zuegg, a “Merano 2000”, il ventitreenne si era messo in sella ad una slitta perché voleva raggiungere la stazione sciistica a valle della cabinovia Falzeben.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 2 Gennaio 2019, 19:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Con la slitta giù dallo Zuegg, finisce contro un albero: turista di 23 anni è grave
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-01-03 17:47:05
Non e' un giocattolo...bisognasa perci fare..
2019-01-03 12:16:32
Speriamo che l’età possa contribuire ad un risultato positivo e di ripristino fisico in salute. Il decorso della vita non ha regole nello svolgimento. Vi sono per tutti solo dati statistici e di probabilità come già faceva notare qualcuno: «considerando noi due, se io mangio due polli, per il dato statistico, abbiamo mangiato un pollo ciascuno». Auguri davvero allo sfortunato Francesco e a tutti i suoi cari (…e come forse direbbe un nibbio con volo di stella: «a chè non paia il mal e l’fatto, per Alagna intrò tal perfida nefanda che ‘n suo malgrado esser sì catto; ma più lieve simil danno conti e risolvensi a miglior gaudente passo» → affinchè quanto accaduto sembri minore, poiché purtroppo ad Anagni ebbe accesso una circostanza negativa ed il giovane, suo malgrado, ne è rimasto vittima, ma nel considerare un po’ meno grave quanto accaduto, l’augurio è che si risolva positivamente nel migliore dei modi).
2019-01-02 21:02:25
E l'albero come sta?