Alida, moglie dell'imprenditore Carlo Brescancin, vittima dell'assalto in villa: legata e imbavagliata

Martedì 9 Febbraio 2021 di Alberto Comisso
Violenta rapina in via Piave

PORDENONE - Immobilizzata e legata alla sedia. Una situazione terrificante subita ieri sera da un’anziana di 79 anni. Sola ed indifesa è rimasta in balia di due uomini, entrambi con il volto travisato da passamontagna e con un accento dell’Est Europa, che erano riusciti ad entrare nella sua casa. Probabilmente sapevano che alle 19.20 con Alida, moglie del noto imprenditore Carlo Brescancin, in via Piave a Torre di Pordenone, non c’era nessuno e che pertanto avrebbero potuto muoversi con una certa libertà. Aiutati del buio, i due malviventi, probabilmente scavalcando la recinzione che separa la villetta al civico 84 di via Piave, nella frazione di Torre, dal vicino parco pubblico, sono riusciti a raggiungere la proprietà. A quel punto sono entrati in casa, neppure senza fare troppa fatica.
IMMOBILIZZATA
L’anziana donna è stata prima immobilizzata, poi legata ad una sedia e infine imbavagliata. I malviventi volevano essere certi che non potesse né muoversi né tanto meno chiedere aiuto a qualcuno. La rapina era stata studiata nei dettagli. Non è dato sapere, almeno fino a ieri sera, cosa sia stato asportato dall’abitazione. Evidentemente, però, chi ha agito era alla ricerca di preziosi e denaro contante. Quello che è certo, invece, è che il blitz è durato pochi minuti. Portata a termine l’operazione, i due malviventi sono fuggiti facendo perdere le tracce. A notarli è stata una delle figlie di Alida, che ieri sera si era recata in via Piave per andare a trovare la madre perchè non rispondeva al telefono. Preoccupata, si è precipitata in casa e ha trovato la madre ancora legata ed imbavagliata. L’anziana era terrorizzata e dallo spavento faceva fatica a parlare. E’ stata quindi la figlia a chiedere aiuto: ha chiamato il 112 e ha spiegando la situazione. Al civico 84 è arrivata subito un’ambulanza del 118. Il personale sanitario, dopo aver tranquillizzato la donna, ha deciso di trasportarla all’ospedale di Pordenone dove Alida è arrivata ancora sotto choc. Pare non abbia subito percosse. Sul posto per accertamenti e rilievi è giunto personale della polizia di stato con gli uomini delle volanti, guidati dal commissario capo Marco Stamegna, della squadra mobile della scientifica. Fino a tarda serata gli agenti hanno cercato di raccogliere elementi utili. Sconcerto tra i vicini di casa, anche se nessuno ha visto o sentito niente.
Alberto Comisso
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 09:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA