Imprenditore precipita dal tetto del capannone, il corpo senza vita scoperto all'alba dai suoi operai

Lunedì 11 Ottobre 2021
Franco Bargagni, morto a 77 anni nella sua azienda di Maniago
3

MANIAGO - Un imprenditore di 77 anni è morto dopo essere precipitato dal tetto di uno dei capannoni delle aziende di sua proprietà nella zona industriale di Maniago (Pordenone). Il suo corpo privo di vita è stato scoperto questa mattina, attorno alle 6, quando sono arrivati al lavoro i primi operai. Secondo una ricostruzione, l'anziano sarebbe salito sulla copertura nella giornata di ieri, perché voleva fare un sopralluogo per verificare una presunta perdita d'acqua. Da quanto si è appreso, una porzione del lucernario ha ceduto e l'uomo è precipitato per alcuni metri, morendo all'istante. Indagini a cura dei Carabinieri e degli Ispettori dell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale.

La vittima

La vittima è Franco Bargagni. L'imprenditore, che è vedovo e senza figli, è precipitato ieri probabilmente nel pomeriggio, ma il corpo ormai privo di vita è stato scoperto solamente questa mattina dagli operai quando sono giunti al lavoro. L'imprenditore è titolare del gruppo Mgm srl di Meduno, che comprende la Carmo srl di Maniago, l’Artigiana srl sempre di Maniago e la Metal Fin srl di Meduno, per un totale di 50 dipendenti e un fatturato di 15 milioni di euro l’anno. L'incidente è avvenuto nella sede della Carmo in via Ponte Giulio a Maniago. Una vita, quella di Franco Bargagni, dedicata alle sue aziende, controllava infatti tutto di persona e probabilmente ieri è salito sul tetto per verificare qualche problema. Da quando è rimasto vedovo, la moglie Marzia Medri è morta a 68 anni nel 2018, viveva da solo a Pordenone e per questo ieri sera nessuno ha denunciato il fatto che non fosse rincasato. A scoprire la tragedia i suoi operai questa mattina.

 

Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA