Le Br uccisero il padre, Mazzola: «Perchè si permette a Curcio di pontificare?»

PER APPROFONDIRE: br, piero mazzola, renato curcio
L'avvocato Piero Mazzola alla commemorazione dell'omicidio del padre e di Graziano Giralucci
PADOVA - Renato Curcio, il fondatore delle Brigate Rosse, presenterà alle 18.30 di mercoledì 9 ottobre a Modena, il suo nuovo libro "Ascoltare e narrare" ospitato da Lo Spazio Nuova. Si tratta di una pubblicazione in cui Curcio parla di un nuovo approccio legato alla pedagogia partecipativa in ambito di tossicodipendenza, minorenni in difficoltà e migranti. Un invito che fa salire sulle barricate Forza Italia dell'Emilia Romagna e in Veneto l'avvocato padovano Piero Mazzola, figlio di Giuseppe Mazzola, il carabiniere in congedo ucciso dalle Br il 17 giugno 1974 insieme a Graziano Giralucci nella sede del Msi a Padova (primo assassinio rivendicato dalle Brigate Rosse). 

«Veramente vergognoso. L'Italia è un Paese "sostenibile" certo, riesce a riciclare perfino i rottami morali della storia - ha detto Piero Mazzola - Provo una grande tristezza, a questi signori è permesso ancora di pontificare. Purtroppo succede molto spesso che questi personaggi parlino in pubblico - ha aggiunto - Sicuramente questo signore avrà qualcosa da dire, forse sul lavoro: ci dovrebbe spiegare cosa intende per lavoro se per lui lavoro era uccidere la gente, tanto che definì la morte di mio padre "un incidente sul lavoro". Questo è un Paese che ho amato e che amo profondamente - ha concluso Mazzola - ma tutto ciò mi provoca grande tristezza. Non esistono ex brigatisti o ex assassini o ex mostri ... perché ci sono ex morti?
»
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Ottobre 2019, 22:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Le Br uccisero il padre, Mazzola: «Perchè si permette a Curcio di pontificare?»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2019-10-10 16:25:02
Lei ha tutte le ragioni del mondo Avvocato
2019-10-09 18:41:38
Perchè Curcio é comunista. Ed i comunisti "possono" pontificare. Hanno commesso delitti perché sapevano cosa era giusto per tutti. Dicono... e ci credono.
2019-10-09 11:30:38
In Italia da quando si ha hanno questi parlamentari e onorevoli tutto é permesso,se dici qualcosa contro sei razzista,o sei leghista, insomma bisogna far buon viso a cattivo gioco,il colmo é che i cosidetti buonisti non si mettono in prima fila per farsi carico di certe persone
2019-10-09 10:32:47
Ma che vuole questo?Curcio è stato condannato a 28 anni e se ne è fatti effettivamente 25, adesso ha il diritto come tutti di scrivere libri e di presentarli
2019-10-09 12:52:28
E sopratutto avere dei fans, che magari ripercorreranno la sua sana e intelligente carriera mietendo vittime in favore dell’ideologia. Un po’ come i fans di Bin Laden. Capisco se si fosse pentito e pertanto sarebbe istruttivo, ma queste persone non si pentono per quello che hanno fatto, avranno scontato la pena, ma perseverano nel pensiero. Pensiero Malato per arrivare ad uccidere.