Emergenza spaccate, Salvini al Gazzettino: «Arrivano i rinforzi»

PER APPROFONDIRE: padova, salvini, spaccate
Il ministro Matteo Salvini

di Gabriele Pipia

PADOVA - «Se la situazione andrà avanti così, scriverò una lettera al ministro Salvini». Così, due giorni fa, il sindaco Sergio Giordani commentava la lunga striscia di spaccate che sta scatenando una vera psicosi tra esercenti e negozianti. «Non serve nessuna lettera: sto già seguendo con attenzione la situazione e presto a Padova arriveranno i rinforzi».

I RINFORZI 206 carabinieri e 127 poliziotti a Venezia, Padova e Verona

Così risponde al Gazzettino ora il vicepremier, annunciando che entro fine mese prenderanno servizio in città dieci nuovi poliziotti e garantendo che sarà fatto il massimo per incastrare i responsabili di questa lunga serie di colpi.
 

L’ALLARME
«Sono autonomista e attento ai territori - è il primo commento del segretario della Lega -. Per questo motivo, da ministro dell’Interno, sto seguendo con attenzione l’allarme sicurezza a Padova e sento il dovere di intervenire senza aspettare una eventuale lettera del sindaco». 
Prima di entrare nel merito della questione, ecco la stoccata agli avversari politici: «In generale - dice Salvini - prendo atto che molti amministratori di centrosinistra chiedono aiuto al governo dopo anni di sciagurate politiche buoniste targate Pd». Fatta questa premessa, arriva l’annuncio. «Condivido il giudizio del primo cittadino sulla qualità delle forze dell’ordine e del prefetto, ma evidentemente serve uno sforzo in più per contrastare i delinquenti. Entro la fine del mese a Padova arriveranno dieci nuovi poliziotti. Entro febbraio ne arriveranno altri 30. A novembre ci saranno, per tutto il Veneto, anche 206 nuovi carabinieri: alcuni di loro saranno destinati proprio alla Città del Santo». 
Il potenziamento degli organici delle forze dell’ordine è una notizia che sarà colta con soddisfazione da tutti quei commercianti che invocano da tempo maggiori controlli, ma molti fanno notare che non si può più aspettare: il problema è adesso. «Conosco la situazione e proprio in queste ore ho sollecitato i miei uffici per analizzare la situazione di Padova e di tutta la regione - commenta quindi Salvini -. La nostra sarà una risposta importante». 
IL PIANO DI ASSUNZIONI
«Il governo ha appena deciso, su mia proposta, un piano di assunzioni straordinario per avere diecimila ragazzi e ragazze in più tra polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco» aggiunge il ministro del Carroccio, che poi allarga il concetto: «Nel mio decreto sicurezza ci saranno alcuni provvedimenti, come l’estensione della sperimentazione del Taser, per dare migliori strumenti a chi indossa la divisa. La chiusura dell’hub di Bagnoli, in provincia di Padova, è la testimonianza concreta di un governo che ascolta i territori e - almeno per quello che è di mia competenza - vuole passare dalle parole ai fatti. Ai padovani - conclude - dico questo: non vi lascio soli e non vi perdo di vista». 
LA QUESTURA
Salvini assicura un potenziamento, ma intanto il sindacato di polizia Sap alza la voce e pressa il questore Paolo Fassari: «Lo esortiamo ad utilizzare tutte le risorse disponibili, senza razionalizzare le ore di lavoro straordinario. Tutte le risorse disponibili siano messe in campo». Pronta la replica del questore: «Stiamo lavorando con eccezionale impegno sia sotto l’aspetto investigativo che del controllo del territorio. Siamo al fianco degli esercenti e con loro abbiamo già condiviso azioni di sicurezza partecipata». Il riferimento è ai tavoli con le associazioni di categoria a cui hanno preso parte nei giorni scorsi anche il prefetto e i vertici delle altre forze dell’ordine. La caccia al ladro, o ai ladri, intanto prosegue senza sosta. 
G.Pip.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 6 Ottobre 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Emergenza spaccate, Salvini al Gazzettino: «Arrivano i rinforzi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 54 commenti presenti
2018-10-07 10:18:09
Ma Salvini non era quello che, praticamente, faceva sparare letame contro la polizia per non far pagare a chi doveva pagare la famosa truffa delle quote latte ?
2018-10-07 09:26:04
Ma avete idea di quanto lavoro burocratico, quante scartoffie e moduli da riempire richiede questa immigrazione africana ? Bello dire basta mandare a lavorare in strada tutti i poliziotti, purtroppo il lavoro d' ufficio è aumentato enormemente solo per questo arrivo di africani e stranieri in genere.
2018-10-07 06:58:20
Magari un contributo per ...serrande in acciaio resistente sollevabili a motore elettrico. Una protezione in piu' anche se..le fervide menti sono pronte. Poi parecchia intelligence: nei paesi e nei quartieri di dimensioni a misura d'uomo si notano personaggi fissi ( tipi da commedia dell'arte) nullafacenti..che pero'sbirciano e catalogano e passano parola.Oppure con una convivente...che prestano a pagamento.Oppure con fulminee strette di mano infarcite di bustine. Lo chiamano controllo di vicinato.POI occorrerebbe anche quello DEL vicinato.
2018-10-06 18:10:26
Guardando i pollici versi, mi sono andato a vedere la maggioranza di governo. Non capisco perché neghiate che al governo ci sono i legagrilli con salvini e di maio. Senso di vergogna e inadeguatezza? Su coraggio, capita a volte di doversi pentire di aver votato chi ti ha raccontato storielle e ti porta al disastro sociale ed economico.
2018-10-06 20:50:25
Una volta guardavo con piacere una famosa trasmissione che spesso usavano una parola a me nuova "Ottusangolo" Chissà perché me l'ha ricordata leggendo il suo commento.