Problemi motori, ora è in fin di vita: incubo mucca pazza in ospedale

Martedì 27 Giugno 2017 di Marina Lucchin
10
PADOVA - Un'anziana è ricoverata in fin di vita per un caso di encefalopatia spongiforme, causata dalla variante della sindrome di Creutzfeldt-Jakob, malattia dello stesso ceppo del tristemente noto morbo della mucca pazza. Bocche cucite a tal riguardo in azienda sanitaria, dove assicurano che solo l'esame autoptico potrà chiarire la natura della malattia, ovvero se si tratta della variante umana o di quella bovina. La donna è già stata sottoposta a un particolare esame del liquido spinale, messo a punto da un team di ricercatori dell'Università di Verona, il cui referto non lascia dubbi: il test è risultato positivo confermando il sospetto clinico di malattia di Creutzfeldt-Jakob. Resta da chiarire, dunque, se si tratta alla forma sporadica o bovina e per i sanitari solo l'autopsia dopo il decesso potrà stabilirlo.

La paziente è una donna padovana di 75 anni, che circa un mese fa è stata ricoverata per dei gravi problemi motori e cognitivi all'ospedale Sant'Antonio. La situazione si è velocemente aggravata, tanto che i parenti dell'anziana hanno deciso di trasferirla a Verona, dove la squadra di scienziati sta studiando la malattia mettendo a punto nuovi mezzi diagnostici che consentono di verificare la presenza del morbo anche prima della morte del paziente. Di solito, infatti, la conferma dell'encefalopatia spongiforme, avviene attraverso lo studio del cervello dopo la morte del malato...
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA