Italiano scomparso in Burkina Faso. Paura per Luca ed Edith. Il 28enne è il figlio dell'ex sindaco di Vigonza

Italiano scomparso in Burkina Faso. Paura per Luca ed Edith. Il 28enne è il figlio dell'ex sindaco di Vigonza
VIGONZA - Scomparsi nel nulla dal 15 di dicembre scorso. Sono momenti di apprensione e paura per la sorte dell 30enne Luca Tacchetto e della ragazza candese che lo accompagnava, Edith Blais, di 34 anni. I due, che si erano conosciuti in Erasmus, erano arrivati il 15 dicembre a Bobo-Dioulasso, la seconda più grande città del Burkina Faso, con un'auto, una Megan Scenic italiana, e diretti verso la capitale Ouagadougou.

Luca Tacchetto è il figlio dell'ex sindaco di Vigonza, Nunzio Tacchetto.



 

La destinazione finale di Luca ed Edith pare fosse  il Togo perché il 30enne architetto padovano aveva promesso a  un amico conosciuto l’anno scorso  in California di aiutarlo nella realizzazione di un villaggio per i disagiati.  Per questo aveva scelto di partire in auto. Da Vigonza per migliaia di km era transitato dapprima in Francia e Spagna, poi in Marocco, Mauritania, Mali e Burkina Faso. Pare che alla frontiera Mauritania-Mali i due giovani avessero conosciuto una coppia francese che viveva in Burkina ed erano stati invitati a cena. Contatti sono stati presi con la Costa d’Avorio in quanto in Burkina Faso non c’è l’ambasciata italiana.

“Stiamo vivendo giorni angoscianti. Tutti ci dicono di aver fiducia ma è dura” commenta il padre Nunzio.

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 4 Gennaio 2019, 11:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Italiano scomparso in Burkina Faso. Paura per Luca ed Edith. Il 28enne è il figlio dell'ex sindaco di Vigonza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 57 commenti presenti
2019-01-05 08:30:02
conosco un tipo che ci va almeno 1 volta l'anno per lavoro. Ha sempre paura di non riuscire a tornare. Si può circolare SOLO insieme a qualcuno di loro, almeno 3 o 4 . girando in città, al mercato, mi dice che ha visto cose orribili, tipo animali uccisi e macellati per la strada, aggressioni,rapine e quanto di peggio possa accadere. Mi domando: come si può volere visitare posti così incivili e regrediti mettendo a repentaglio se stessi e gli altri ?
2019-01-05 12:18:20
Domandati anche come si fanno i sinistracci a volere o accettare di far entrare da noi gente così incivile. E questo è molto più grave che a visitare quei luoghi salvareghi.
2019-01-05 08:24:24
Che non paghino per questi bambini sciocchi. I genitori intervengano con soldi propri. E poi, e difficile capire che in africa gli africani sono razzisti nei confronti dei bianchi (bianchi si puo dire vero?). E pensate se questi africani sono pure mussulmani!. Ma quanti bianchi devono uccidere o sequestrare perche in europa si capisca questo?
2019-01-05 08:17:06
O Burkina Faso coi barconi vogliono venire tutti qua..
2019-01-05 08:04:43
molti pensano che quei posti siano tutte danze tribali e tamburi al tramonto intorno al fuoco...un conoscente del Mali prima di tornare in patria dopo anni ha pensato bene di farsi tagliare i capelli alla Rastafari prima di partire,gli stessi capelli che lo rendevano "figo" qui in'Italia,quando gli ho chiesto il motivo mi ha risposto "sei matto dalle mie parti se giro cosi rischio non solo di perdere i capelli ma anche quello che ci è attaccato."