Ambulanti sprovvisti di green pass, arrivano le multe e attività sospesa

Domenica 28 Novembre 2021 di Marina Lucchin
I controlli si fanno più serrati dopo le ultime ordinanze

PADOVA - Il virus avanza. E rispettare le regole anti-contagio è fondamentale per tentare di arginarlo. Le Forze dell’ordine stanno battendo a tappeto città e provincia per i controlli sui Green pass. Polizia e carabinieri si sono concentrati più su bar e ristoranti, mentre la Locale ha puntato sugli ambulanti dei mercati.


Ma la stretta arriverà ancor di più il 6 dicembre, quando entrerà in vigore il “Super Green pass”. Tanto che la prossima settimana verrà riunito un Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che servirà proprio a coordinare e intensificare ancor di più i controlli, anche sui mezzi pubblici. Poliziotti, vigili e carabinieri hanno verificato la certificazione ormai di centinaia di avventori e lavoratori, ma in confronto le multe sono relativamente poche. Tanto che il questore Antonio Sbordone evidenzia: «Vuol dire che le persone hanno recepito le norme e dimostra anche come il nostro obiettivo non sia fare sanzioni, ma stimolare al rispetto delle norme. Insomma, far sapere che “noi ci siamo”». 


GLI INTERVENTI
I guai più seri li hanno decisamente passati gli ambulanti dei mercati, scoperti dai vigili senza Green pass. «Anche per loro vale l’obbligo di essere in regola - spiega il comandante Lorenzo Fontolan - In questi giorni siamo stati impegnati proprio nei controlli sul commercio in area pubblica, quindi i mercati, tra quello delle piazze e quello del Prato. Tra tutti i controllati abbiamo elevato sette sanzioni. Questo si traduce non solo nel pagamento della multa, ma anche nella chiusura del banco fintantoché l’ambulante non si metterà in regola con il Green pass». 
Per quanto riguarda la polizia di Stato, nel corso della settimana sono state controllate 234 persone, non solo in centro, ma anche nei quartieri Guizza, Arcella e Chiesanuova. Quanto agli esercizi pubblici, sono stati 52 quelli sotto la lente d’ingrandimento degli agenti. Quattro, infine, le sanzioni amministrative comminate, di cui 2 ad avventori seduti all’interno del locale senza Pass e le altre 2 ai titolari di due locali, per non aver effettuato il relativo controllo. 


OTTIMISMO
Il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Luigi Manzini, evidenzia l’attività dei suoi uomini: «Abbiamo iniziato a serrare un po’ i controlli su esercizi pubblici e ristoranti. Perchè, purtroppo, la situazione dei contagi si è aggravata. Come sempre fatto, ci poniamo con buon senso, fornendo un po’ di prossimità al cittadino, non con l’ottica di “castigare”, ma di far comprendere che la situazione è grave e che per uscirne tutti devono fare la loro parte rispettando le regole». Anche il questore sottolinea il rapporto tra controllati e multati: «Guardando i dati appare evidente come la maggior parte delle persone sia ligia al rispetto delle regole, mentre il contrario si verifica davvero sporadicamente. Diciamo che il nostro operato vuole per lo più sensibilizzare i gestori nel continuare a controllare i Green Pass e a far rispettare le regole». «Devo poi evidenziare - chiude Sbordone - come in questa provincia, come mi avevano detto quando sono arrivato, la sinergia tra tutte le istituzioni è davvero ottima. E in una fase come questa è davvero fondamentale». 


SOTTO NATALE
A breve le regole saranno ancora più stringenti. L’introduzione del Super Green pass, che entrerà in vigore dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio con possibilità di estensione, prevede una serie di restrizioni per i non vaccinati. Senza il nuovo certificato, infatti, non si potrà avere accesso a luoghi come bar e ristoranti al chiuso, oltre che cinema, teatri, musei o impianti sportivi. Quasi certa, poi, introduzione dell’obbligo del certificato verde (in versione base) anche su bus, tram e treni regionali. Proprio sul tema trasporti, per scongiurare il caos già paventato dai sindacati del settore, sarà necessaria una riorganizzazione e un disegno mirato sui controlli, che per il momento si annunciano “a campione” con una “mobilitazione totale” delle forze dell’ordine, come specificato già dal Governo. 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 07:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA