Vigonza, troppi furti in case e negozi: arrivano le pattuglie di rinforzo

Intanto i consiglieri Niccolò Tacchetto e Marisa Grisenti hanno passeggiato di notte con pettorina catarifrangente

Giovedì 11 Agosto 2022 di Lorena Levorato
Marisa Grisenti e Niccolò Tacchetto

VIGONZA - Quella trascorsa è stata un'altra notte con un paio di tentativi di furto e c'è stata una nuova effrazione alla pizzeria per asporto Al peperoncino, a un mese dalla precedente. «Non c'è due senza tre - si sfoga G.P., il titolare - É il terzo colpo in sei mesi. Complimenti ai fenomeni che hanno deciso di scassinare la porta per rubare da bere. Vi auguro di non trovarmi mai dentro».

La riunione

Ieri mattina intanto si è riunito il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica a seguito della richiesta del sindaco Gianmaria Boscaro di potenziare il personale della caserma dei carabinieri di Pionca e di aumentare le pattuglie sul territorio. «Ringrazio il Prefetto che ha subito fissato un incontro per affrontare il problema - dice Boscaro - Nelle prossime settimane avremo un riscontro, mentre fin da subito sono state messe in campo delle forze extra con la previsione di pattuglie notturne provenienti da Padova o da altre stazioni limitrofe». Sulla questione dell'illuminazione spenta, che favorirebbe i ladri, Boscaro ribadisce che «che illuminazione e furti non sono collegati anche se capisco i nostri cittadini».
«Proprio per questo - aggiunge - stiamo andando avanti con la riqualificazione energetica che non veniva fatta da anni ed è il motivo per cui siamo stati costretti a spegnere così tante linee. Tanti altri comuni hanno adottato la nostra stessa misura: Rubano, Cittadella, Noventa Padovana, Massanzago. In base al regolamento europeo in vigore dal primo agosto migliaia di Comuni in tutta Italia hanno proceduto allo spegnimento: cento comuni nella sola provincia di Pavia e tanti capoluoghi. Belluno ha spento l'illuminazione notturna, Torino l'ha ridotta al minimo, Roma ha spento il Colosseo. Ripeto, non è stata una mia scelta ridurre l'illuminazione ma una necessità improrogabile, oggi obbligata dalle indicazioni europee e governative».

Come difendersi

«Ci sono tre accortezze da attuare per aiutare le forze dell'ordine - aggiunge l'assessore alla sicurezza Marco Polato - Segnalare auto sospette; chiamare immediatamente il 112 quando si hanno avvisaglie di furti; denunciare sempre e comunque fornendo ai carabinieri tutti gli elementi utili come foto e video. Solo così potremmo avere una situazione dei reati che corrisponde a quello che realmente accade». Intanto i consiglieri della civica Prima Vigonza - Boscaro Sindaco, Niccolò Tacchetto e Marisa Grisenti, hanno passeggiato in notturna nella zona di Peraga, recentemente presa di mira dai ladri. «Nessuna ronda, ma semplicemente una passeggiata con pettorina catarifrangente e torce per i quartieri centrali di Peraga spiegano i consiglieri - Un modo per far vedere che ci siamo e per dissuadere i ladri. Come sempre poche parole ma tanta voglia di darsi da fare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci