Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Comune raschia il barile: all'asta quadri, un biliardo e una 600 vecchia di 18 anni

Mercoledì 4 Maggio 2022 di Michelangelo Cecchetto
Vetusta Fiat 600 messa all'asta: è del 2004

CITTADELLA - Il Comune di Cittadella ha indetto una nuova asta di beni mobili. Il valore complessivo di base è di 4.340 euro. I beni sono suddivisi in quattro lotti. Il primo è un mobile con valore di partenza di 500 euro. È in legno massello intarsiato probabilmente risalente alla fine del XVIII secolo. Il secondo lotto è costituito da cinque quadri di diversi autori, epoche e tecniche di pittura come pure varie sono le dimensioni. Nell'ordine di schedatura, dal primo al quinto, la base d'asta è di 120, 250, 300, 250 e 200 euro.

LA FIAT
In vendita anche la Fiat 600 di colore bianco, immatricolata il 29 ottobre del 2004, che era adibita prevalentemente al servizio dei messi comunali e al trasporto del personale del municipio. Ultimo lotto è quello del biliardo viennese d'epoca Kais Kom Hof Billard-Fabrik Wien Seifert & Sohn, in legno che faceva parte degli arredi di villa Negri in via Casaretta di proprietà comunale e oggi adibita a scuola. Le dimensioni in centimetri sono: 274x154x80. La vendita si intende in primis per lotto per i quadri anche singola, nello stato di fatto in cui i beni si trovano. Insomma, visti e piaciuti. Le offerte dovranno essere presentate utilizzando gli appositi moduli di partecipazione che dovranno essere protocollati nella sede municipale, entro le 12 di venerdì 27 maggio, disponibili anche nel sito istituzionale (www.comune.cittadella.pd.it/protocollo). Verranno considerate esclusivamente le offerte pari o superiori al valore posto alla base dell'asta, anche in presenza di una unica offerta, purchè di valore non inferiore. I beni si trovano nel magazzino comunale in via del Telarolo, tranne i quadri che sono a Villa Rina. Su specifica richiesta possono essere visionati (contattare lo 049.9413523). Non è la prima volta che l'amministrazione cittadina bandisce un'asta di propri beni mobili. Nel tempo si sono svolte sia all'incanto che attraverso la presentazione di offerte segrete come questa volta.

IL PRECEDENTE
La precedente, nella quale erano in vendita alcuni dei beni riproposti, ha visto la cessione di numerose biciclette ritrovate e mai reclamate dai proprietari, computer e stampanti e c'era anche un quad ed un motore fuoribordo. Anche se in questo caso la somma a base d'asta non è ingente, si tratta sempre di denaro contante che entra nelle casse comunali che mai come in questo periodo necessitano di fondi, fosse solo per gli aumenti imprevisti dei costi di vari beni e servizi. Si spera perciò che il pubblico risponda, acquistando tutti i beni. Il passaggio di proprietà dovrà perfezionarsi entro 30 giorni dall'aggiudicazione, versando quanto proposto. E per una vendita che comincia, un'altra asta si è appena conclusa. Ha riguardato tre lotti di beni immobili comunali. Uno solo è stato aggiudicato, si tratta del tratto terminale di via Degli Artigiani, porzione di strada bianca di 60 metri quadrati. Ha fruttato 3.100 euro.

Ultimo aggiornamento: 09:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci