Visite oculistiche e occhiali donati, "assalto" a Luxottica

Mercoledì 9 Novembre 2022 di Raffaella Gabrieli
Visite oculistiche e occhiali donati, "assalto" a Luxottica

AGORDO - Sono state oltre un centinaio le persone prese in carico dalla Fondazione OneSight EssilorLuxottica, ad Agordo, nei primi due dei dodici giorni dell'iniziativa le Giornate della vista 2022-2023 in cui vengono donate ai più bisognosi visite oculistiche e, se necessario, un paio di occhiali. Giunti un po' da tutta la provincia, usufruendo dei bus navetta messi a disposizione dai promotori, uomini e donne - ma anche numerosi bambini - si sono presentati con dignità e gratitudine. Nel corso delle due settimane al Palaluxottica, medici e tecnici delle vista prevedono di offrire quest'opportunità a circa cinquecento utenti.


IN CAMPO
«Il percorso sta procedendo molto bene - afferma Andrea Rendina, segretario generale del ramo italiano della Fondazione OneSight - lunedì al Palaluxottica abbiamo accolto 77 persone. Ieri più o meno altrettante. Sono soprattutto extracomunitari in difficoltà, alcuni dei quali, anche se adulti, ammettono di non avere mai fatto una visita oculistica. Ma non mancano gli italiani. In generale soggetti fragili a cui desideriamo offrire la possibilità di vedere meglio e quindi, di conseguenza, di vivere meglio». Nel gruppo pure vari bambini. «Sono al seguito dei genitori - aggiunge Rendina - e assolutamente, con ortottisti specializzati in piccoli pazienti, ci occupiamo anche di loro ai quali, se non necessitano di occhiali da vista, regaliamo un paio di occhiali da sole». All'interno della struttura, è stata allestita un'area giochi dedicata posta vicino alle cinque sale mediche e a quella riservata agli ottici di Grand Vision e Salmoiraghi & Viganò.


LA COLLABORAZIONE
La Fondazione OneSight EssilorLuxottica, che svolgerà queste Giornate della vista un po' in tutta Italia, plaude alla collaborazione con il territorio. «A cominciare dall'Usl 1 Dolomiti - sottolinea il segretario - e dall'equipe medica che provvede alle visite. Per proseguire con le associazioni che ci hanno aiutato a intercettare i più bisognosi e quindi Caritas di Belluno e Feltre e Insieme si può, sino ad arrivare ai volontari dipendenti Luxottica che aiutano nella gestione dei flussi d'accesso». Ognuno partecipa al progetto donando un giorno di ferie. «Le principali malattie che colpiscono retina e nervo ottico come glaucoma, retinopatia diabetica e degenerazione maculare - conclude Rendina - sono asintomatiche negli stadi iniziali e la diagnosi precoce è essenziale per evitare danni irreparabili destinati a ridurre l'autonomia della persona e a contribuire in maniera significativa a ostacolarne il potenziale, aggravando il rischio di emarginazione sociale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci