Martedì 3 Dicembre 2019, 09:14

Crisi Safilo e Wanbao: a rischio 700 posti di lavoro nel Bellunese

PER APPROFONDIRE: belluno, crisi, industrie, lavoro, safilo, wanbao
La crisi Safilo e Wanbao mette in ginocchio il Bellunese: a rischio 700 lavoratori

di Lauredana Marsiglia​

BELLUNO - Il mondo del lavoro traballa anche provincia, vittima di una svendita selvaggia agli investitori esteri, che oggi presenta un conto salato. E il 2020 non promette nulla di buono. Alla crisi Wanbao, dove la proprietà cinese ha già annunciato di voler chiudere lo stabilimento di Mel mandando a casa 290 lavoratori, si aggiunge in queste ore anche il caso Safilo con circa 400 esuberi legati alla perdita del marchio Dior passato alla dirimpettaia Thélios (Lvmh-Marcolin). Un colpo mortale per la provincia di Belluno che in queste ore ha ricompattato come non mai le forze sindacali chiamando a raccolta le istituzioni, le associazioni di categoria e i cittadini. Serve un gioco di squadra, per evitare quello che è stato definito dai sindacati il «declino industriale della provincia». CGIL-CISL-UIL La corazzata confederale provinciale Cgil-Cisl-Uil ha messo in campo otto ore di sciopero per il 10 dicembre.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Crisi Safilo e Wanbao: a rischio 700 posti di lavoro nel Bellunese
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-12-04 16:49:01
Si, ma si sta bene nel Bellunese, vero?
2019-12-03 18:54:51
….i miei avi…..si rivolteranno nella tomba….!....ai sindacati vorrei poter dare un consiglio….mettete i vs uomini nell'ufficio VENDITE…..!
2019-12-03 16:50:24
Se i sindacati pensano di risolvere i problemi d'investimenti industriali scioperando, vuol dire che ancor oggi non hanno capito proprio niente (come in passato)
2019-12-03 17:53:02
Si è vero!!! i sindacati di oggi sono inadeguati a risolvere queste problematiche, non hanno ne competenze ne peso politico. Ma i guai li hanno creati gli industriali dell'occhialeria, da primi nel mondo con Luxottica, Safilo, Marcolin, De Rigo e tanti altri, invidiati dal mondo intero. Tutto svenduto ai Francesi!!!!! Luxottica join venture con Essilor (Francia), Safilo diventata olandese, perso i marchi prestigiosi produce come terzista per Keirin (Francia), Marcolin venduta al gruppo francese LVHM Thelios. Chi si salva, nessuno. Hanno comperato tutto!