Misurina, ufficio turistico chiuso: rimpallo di accuse tra minoranza e Giunta

Domenica 4 Settembre 2022 di Giuditta Bolzonello
L'ufficio turistico di Misurina chiuso scatena la polemica tra minoranza e Giunta
1

Ufficio informazioni turistiche chiuso a Misurina: accuse incrociate tra ex sindaca e nuova giunta. Il gruppo di minoranza Insieme per Auronzo recepisce le numerose lamentele dei turisti che durante l’estate hanno soggiornato o sostato a Misurina, trovando con sconcerto l’ufficio turistico Iat chiuso. Tanti i disagi segnalati “con gli esercenti di bar e negozi che hanno dovuto fungere da ufficio informazioni per i turisti italiani e stranieri che volevano visitare la Perla delle Dolomiti o avventurarsi alle Tre Cime di Lavaredo”. 


LA PROTESTA

Lamentele in tal senso sono arrivate anche alla compagine di maggioranza che null’altro ha potuto fare se non prendere atto che la procedura per trovare il personale, affidata alla Cooperativa Sociale Cadore, era stata avviata in ritardo, dalla precedente amministrazione, con la conseguente impossibilità di reperire gli addetti che garantissero l’apertura dell’ufficio turistico a Misurina. «Hanno dormito sugli allori ed hanno fatto il bando troppo tardi, la Cooperativa non ha trovato il personale stante le difficoltà di reperimento di figure professionali, problema che interessa tante realtà - spiega la vice sindaca Daniela Larese - certo le proteste ci sono arrivate, ma siccome questo non era l’unico problema che ci siamo trovati ad affrontare abbiamo solo potuto prenderne atto. Sicuramente per la prossima stagione ci organizzeremo in maniera diversa». 


LE DIFFICOLTÀ
La nuova amministrazione comunale auronzana, risultato delle elezioni di primavera che ha visto eletto sindaco Dario Vecellio Galeno, sta muovendo i primi passi fra gravi difficoltà legate alla quasi totale assenza di personale. Al comune di Auronzo mancano il segretario e il responsabile dell’ufficio tecnico, solo per citare ruoli chiave, ma pure la ragioneria è spoglia e questo ha comportato l’impossibilità di approvare il consuntivo, ergo: non si possono fare assunzioni. Daniela Larese Filon, che ha deleghe per bilancio e personale, chiarisce: «Nonostante la disponibilità dei dipendenti dei comuni di Centro Cadore e Comelico ancora non siamo riusciti a chiudere il conto consuntivo, speriamo di poterlo approvare entro una ventina di giorni così da assumere il segretario e il responsabile dell’ufficio tecnico; per fortuna c’è chi dai comuni vicini ci aiuta». In una situazione tanto critica la chiusura dell’ufficio di Misurina, che avrebbe dovuto funzionare a pieno ritmo come la bella località ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo impone, è stata scelta obbligata. Mai era successo prima, ma mai ci si era trovati in tali condizioni operative e «il danno d’immagine per il comune di Auronzo» segnalato dalla minoranza è una realtà da tutti condivisa.

Ultimo aggiornamento: 07:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci