Domenica 7 Aprile 2019, 22:05

«Fateci restare: sì al collegamento». Anche la mucca tifa il Padola-Sesto

«Fateci restare: sì al collegamento». Anche la mucca tifa il Padola-Sesto

di Lucio Eicher Clere

COMELICO SUPERIORE - Quello striscione lungo 20 metri, con la scritta “Fateci restare, sì al collegamento” l’avrebbe voluto appendere al campanile di Padola e anche su altri campanili del Comelico. Ivan De Martin Pinter è uno dei più infervorati animatori della campagna di diffusione di cartelloni, lenzuola, depliant, manifesti a sostegno del progetto di collegamento sciistico tra Padola e Sesto Pusteria. Sposato, con due figli piccoli, proprio per il loro futuro e per la resistenza dei comeliani nella...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Fateci restare: sì al collegamento». Anche la mucca tifa il Padola-Sesto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-04-08 12:04:43
alla facia di messner e corona mauro, gli impantda sci sono l'unica maniera seria per evitare lo spopolamento in montagna ... fai stare i giovani a pascolare mucche per redditi che non ci maniteni neanche una famiglia ...
2019-04-08 11:50:18
La torta non vuole essere divisa in troppi....Se poi si ripartiscono gli utili in proporzione ai passaggi, si rischia che un impianto serva solo ad inizio e fine giornata ed il pieno lo facciano altri.Poi non pensiamo alla torta degli alloggi ed alberghi..di contorno agli impianti.
2019-04-08 08:55:26
Premesso che io non sono contro lo sviluppo economico di un’area stupenda e affascinante come il Comelico, ma se la Sovrintendenza che ha sede a Venezia, da quanto ho letto nelle scorse settimane, pone delle limitazioni, dei vincoli al collegamento sciistico tra Padola (Comelico Superiore) e la Pusteria, immagino che lo faccia perché ci sono delle Disposizioni di Legge nazionali e regionali che devono essere rispettate. Penso che riguardino la tutela dell’Ambiente e l’incolumità delle persone, delle migliaia di sciatori che frequenterebbero queste piste di sci.
2019-04-08 11:05:13
La Sovrintendenza è uno di quegli Organi che decidono monocraticamente in base ai gusti di chi la dirige in quel determinato momento. Non tiene conto dell'evolvere del tempo, della volontà e dei bisogni delle popolazioni... Faccio un esempio: se si scava a Roma o a Firenze, città ricche di Storia ed arte, si trovano stratificate le opere costruite nel corso dei secoli. Fosse esistita una Sovrintendenza Etrusca, o ai tempi dei Re di Roma, tutto sarebbe ancora come allora, bloccato, perché in genere la Sovrintendenza non ammette che sia necessario un nuovo edificio ove ne sorgeva (magari diroccato) un altro. Un ente da abolire, o sostituire con altri che lascino la responsabilità delle scelte a quanti vivono un certo territorio.
2019-04-09 00:21:08
Lascia perdere dai che in base ai gusti veneti avresti pitturato il pelmo con la bandiera leghista e avresti cementificato l' antelao per arrivare più facilmente in vetta