Milano-Cortina, nata la nuova società, via ai commissariamenti per le opere. Zaia: «Ora basta alibi»

Lunedì 22 Novembre 2021
La firma davanti al notaio a Roma per la nuova società Milano-Cortina 2026

ROMA - La società "Infrastrutture Milano Cortina 2020-2026 Spa" è stata costituita oggi, 22 novembre, presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Alla sottoscrizione davanti al notaio dell'atto istitutivo - si legge in una nota del Dicastero - erano presenti in qualità di azionisti il Ministro Enrico Giovannini, Filippo Giansante in rappresentanza del Ministero dell'Economia e delle Finanze, il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti e il vicepresidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Daniel Alfreider. «È un giorno importante», commenta il ministro Giovannini.

«La nascita della società consentirà di passare alla fase operativa per la realizzazione delle opere. Ma per colmare il ritardo accumulato negli anni scorsi dovremo accelerare numerosi passaggi e dovrà prevalere un forte spirito di squadra. La nomina di un commissario accelererà l'iter progettuale e realizzativo delle opere fin qui finanziate, ma abbiamo inserito nel disegno di legge di bilancio ulteriori risorse per consentire all'Italia di rispettare pienamente gli impegni assunti nei confronti del Comitato Olimpico Internazionale».

Zaia: ora basta alibi

«Grazie a questa firma non ci possono più essere alibi: adesso pancia a terra e lavorare verso le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Se del tempo è stato perso lo si recupererà e saranno olimpiadi memorabili». È il commento del presidente del Veneto Luca Zaia, accompagnato a Roma dall'assessore regionale alle Infrastrutture, Elisa De Berti. «L'importanza operativa della nuova società è fondamentale. Il cancelletto si è aperto - ha aggiunto - ora va fatta una discesa senza errori». 

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA