L'Arpav: «Ad Auronzo evento eccezionale, con intensità quasi mai vista»

Giovedì 30 Luglio 2020
Intensità di pioggia mai vista ad Auronzo

AURONZO - Nelle prime ore della serata del 29 luglio una precipitazione di eccezionale intensità, spiega l'Arpav, è stata misurata dalla stazione meteorologica di Auronzo, situata nella parte alta del paese, a circa 500 m dalla partenza della seggiovia del Monte Agudo.
In un'ora sono caduti 99,6 mm di pioggia, dei quali 52.4 mm in 30 minuti, 33.4 mm in 15 minuti e 23.8 mm in 10 minuti.
La fase più intensa dell'evento si è verificata fra le ore 20.15 e le ore 21.10, con due picchi di intensità, il primo verso le 20.30 (23.4 mm in 10 minuti), il secondo attorno alle 21 (23.8 mm in 10 minuti). La precipitazione si è attenuata sensibilmente verso le 21.10, per cessare, temporaneamente, alle 22.15.
La presenza di due picchi di intensità testimonia il passaggio di due celle temporalesche, confermato anche dalle immagini radar.
La prima cella temporalesca si è formata nella zona delle Tre Cime di Lavaredo verso le 19.30, da un addensamento proveniente dalla Valle di Landro. Tale cella è scesa poi lungo la Val Marzon, ha raggiunto la massima potenza nella zona di Giralba e poi ha investito l'abitato di Auronzo ed il Passo di Sant'Antonio.
Quando questa prima cella temporalesca si stava spostando verso Santo Stefano, ormai attenuata, si è formata una seconda cella nella zona di Giralba, che poi ha colpito di nuovo il paese di Auronzo, soprattutto la parte più alta, dov'è posta la stazione meteorologica.
Si è trattato di un evento straordinario, non solo per Auronzo, ma per l'intero territorio dolomitico, dove tali intensità pluviometriche sono molto rare, a differenza della zona prealpina e della pianura, dove accadono più frequentemente.

Fino a ieri per Auronzo, nella serie storica di 34 anni di misure della stazione meteorologica (attiva dal 1985), il temporale nettamente più intenso, già straordinario, era quello del 30 luglio 2012, con 40 mm in 30 minuti e 43 mm in un'ora. Nelle prime ore della sera di quel giorno l'intensità massima in 5 minuti fu superiore a quella misurata ieri, con ben 17.4 mm in 5 minuti.
In assoluto il temporale più forte per la zona dolomitica, è stato quello del 9 agosto 2014 a Santo Stefano, con 47 mm in 30 minuti e 77 mm in un'ora.

Ultimo aggiornamento: 14:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA