Litiga in vacanza per il cane, poi cade a terra e muore

Venerdì 30 Agosto 2019
1

Si è accasciato per terra in vacanza, tra i tavoli di un bar del centro di Sciacca, ed è morto. La vittima è un pensionato di 73 anni, ex assistente sanitario in pensione dalla Asl di Teramo. L’uomo, Calogero Sanzone, è deceduto per le botte o per un malore, in piazza Friscia, sotto gli occhi di numerosi presenti, nella città in provincia di Agrigento. La tragedia si è consumata al culmine di una discussione, poi sfociata in lite, con un minore per via di un cane. La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo. La posizione del giovane è al momento tenuta sotto controllo dalla Procura del Tribunale dei Minori di Palermo.

LEGGI ANCHE...> Mendicante picchia il cane. «Se sta male impietosisce di più i passanti». Video choc a Venezia

È balzata in pochissimo tempo a Teramo l’eco della morte, mercoledì scorso, di Sanzone. L’uomo era notissimo in città dopo aver lavorato per una vita alla Asl di Teramo, al distretto sanitario di base quando questo era ospitato negli uffici della ex Coldiretti, in via Cesare Battisti. E qui nel Teramano aveva messo su famiglia, sposando una teramana, insegnante di lettere, con il figlio noto avvocato a Montorio al Vomano e la figlia ristoratrice a Giulianova. Tutta la sua famiglia vive nel teramano, dunque. Ecco perchè la notizia della sua morte, avvenuta in circostanze ancora tutte da chiarire, ha destato tanto stupore nel capoluogo.

Ultimo aggiornamento: 14:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA