Sandra Mondaini nasceva 89 anni fa: da Sbirulino a «Che barba, che noia», indimenticabile insieme a Raimondo Vianello

Martedì 1 Settembre 2020 di Silvia Natella
Oggi Sandra Mondaini avrebbe compiuto 89 anni: il ricordo e la storia d'amore con Raimondo Vianello
1

Oggi Sandra Mondaini avrebbe compiuto 89 anni e, a distanza di un decennio dalla sua scomparsa, sono in molti a renderle omaggio. Per gli italiani sono indimenticabili l'ironia, il caschetto biondo e gli sketch con il marito Raimondo Vianello. Chi non ha mai pronunciato la frase «Che barba, che noia» senza ricordare l'attrice e il suo sgambettare in "Casa Vianello", la sit com tra le più amate e longeve della televisione italiana.

Leggi anche > Angela Lansbury, la "Signora in giallo" a Malibù: e a 94 anni conquista i social

Sandra Mondaini, all'anagrafe Alessandrina Mondaini, nasce a Milano il primo settembre 1931 e comincia la sua carriera di attrice nel 1949. È nel teatro che fa il suo esordio per poi approdare al cinema e ai varietà radiofonici e televisivi. Sarà il solidazio artistico con il compagno di vita Raimondo Vianello a lanciarla nell'olimpo degli attori comici. Lo conosce nel 1958 e lo sposa quattro anni dopo. Sandra e Raimondo diventano così una coppia inossidabile, simbolo di un amore sopra le righe ma garbato.

Leggi anche > Alessia Marcuzzi rompe il silenzio su Belen Rodriguez e Stefano De Martino

Una storia che attraverso la televisione entra nelle case degli italiani e diverte incarnando i canoni della commedia dell'equivoco, rispecchiando il luogo comune della coppia che si tollera a malapena. Nella realtà, invece, erano inseparabili, ma con una precisa identità artistica e una verve comica riconoscibile. Sandra è stata anche Sbirulino consegnando alla memoria collettiva un personaggio scanzonato dal volto dipinto e dalla voce stridula e infantile. 
La stessa di «Che barba, che noia», battuta diventata celebre grazie a "Casa Vianello". 

Sono soprattutto gli episodi di questa sit com ad appassionare il pubblico e a mancare di più. Il programma è andato in onda dal 1988 al 2007 ed è diventato iconico. Per parlare di due coniugi dispettosi ancora oggi si è soliti citare Sandra e Raimondo, sebbene il loro sia stato un amore esemplare e solido che li ha portati ad adottare due bambini Raymond e Mark, figli della coppia filippina che lavorava presso la loro abitazione.


Il loro legame è sopravvissuto al tempo e alla morte. Così Sandra ricordava il suo Raimondo: «Sono stata fortunata nella vita.⁣⁣ ⁣⁣Con Raimondo stiamo insieme dal 62, ma prima siamo stati fidanzati per tre anni, quindi sono quasi 50 anni. Una sera al ristorante con i colleghi, lui, mentre gustava una cotoletta, mi guarda e mi dice ‘Lo sai che mi sono innamorato di te!’ e poi si rigira subito e chiacchiera del più e del meno con Gino Bramieri...Non abbiamo mai smesso di ridere, è il segreto per stare bene insieme: noi ridevamo delle stesse cose». Sandra è morta il 21 settembre 2010, cinque mesi dopo il suo Raimondo.
 

 

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA