BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

Vigilia di PITTI UOMO a Firenze -
BELVEST 2019 a Classico Italia

Milleduecentoquaranta brand, eventi nei siti più fascinosi , presentazioni, mostre, incontri mondani a caratura internazionale,  la Fortezza da Basso allestita con finalità spettacolari  destinate a rendere sempre più allettante la proposta di  moda maschile che si proporrà nella massima estensione espositiva con destinazione il 2019:   Firenze per le sue cinque giornate di Pitti Uomo, dall'11 al 15 giugno prossimo,  sarà  la capitale del mondo in fatto di eleganza per lui, un tema che oggi si estende non solo alla qualità, al  design, ai materiali tradizionali e innovativi. E Firenze, che con l'organizzazione di Pitti Immagine   ha saputo diventare l'ago  della bilancia mondiale per la moda uomo , anche per  questa edizione si apre a una serie di eventi non solo di moda ma di cultura del costume, con iniziative che spaziano nel  mondo dell'arte. (Nei giorni di Firenzxe ci sarà anche una  mostra di  Maurizio Galiberti  che presenterà l'immaginario Coveri tratto dall'archivio della Maison nello spazio   Coveri in Lungarno Guicciardini).  La corazzata Pitti Uomo si sta muovendo con un carico di proposte eccezionale: la mostra Fanatic Feelings curtata da Marikus Ebener e Francesco Bonami; il menswear Guest Designer Craig Green; lo special guest Roberto Cavalli (con l'anteprima firmata da Paul Surridge), il designer Project Fumitu Ganryu che presenterà la sua laberl; la guest Nation di questa edizione, la Georgia;  gli anniversari di Lardini e Herno  ( che pe i  suoi 70 anni presenta  Library ). 
 In Classico Italia, nel piano attico della Fortezza, sempre attesa dai compratori  in cerca di "perle", la presenza irrinunciabile di BELVEST. Su questa griffe  di  "razza veneta"  che da sempre produce un made in Italy totalmente  realizzato in suolo italiano, soprattutto veneto dove ha anche sede l'azienda (a Piazzola sul Brenta) , ci sarebbero da scrivere libri non fosse altro che per la presenza  nella rasssegna fiorentina fin dal suo apparire.
Nello stand Belvest si danno appuntamento i buyer che esigono garanzie: qualità e cinnovazione, tradizione e scelta di materiali  che rispondano sia al pret-à-.prter che al genere couture.  La carta d'identità della moda maschle 2019 firmata da Belvest -  sotto la guida di ferro di Maria Teresa Nicoletto affiancata da  Riccardo della Piazza -  racconta per il 2019  un uomo che "esce dalla stanza delle confortevoli certezze per esplorare un territorio ai confini del sartoriale, lo spazio multiforme dove pattern , stampati, dettagli, descerivono la mutata sensibilitàè dell'unierso maschile". Qualità, perfezione, sapienza artigianale Made in Italy , che da sempre costituiscono il DNA del brand, si rcccontano sia negli abiti completi  che nelle  giacche multi-tasking, con  rispetto assoluto dell'identità e della silhouette.
Da segnalare come estrema novità  Belvest  l'Utility blazer, il più ardito Trekking blazer, l'elegante Novel Patch con tashe piegate a origami, il Tatting Blazer /Suit in nylon con rever Sangallo, il BesPoke reversibile che da una parte è  in cotone ultrafine e dall'altra in sofisticato  voile cheek.  

Venerdì 8 Giugno 2018, 01:15
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilVenerdì 14 Dicembre 2018, 12:33
pubblicato ilVenerdì 7 Dicembre 2018, 13:16
pubblicato ilSabato 1 Dicembre 2018, 01:01
pubblicato ilLunedì 26 Novembre 2018, 15:15
pubblicato ilVenerdì 16 Novembre 2018, 22:37
pubblicato ilVenerdì 9 Novembre 2018, 14:37
pubblicato ilVenerdì 2 Novembre 2018, 19:11
pubblicato ilSabato 27 Ottobre 2018, 18:14
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER