BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

Pitti Uomo: Damir Doma X Lotto,
Frisa con Gucci Garden, Athlovers

La Finlandia è la nazione ospite della 93 edizione di Pitti Uomo a Firenze. Importanti  firme del design di moda maschi8le portano dal paese del grande freddo il progetto che vede fuse insieme moda sport e casual con un percorso di grande interesse presentato per Pitti Uomo nello spazio Carra, al Padiglione Centrale. Nella  Polveriera, sempre in Fortezza,  con la sigla ATHLOVER – in collaborazione con Reda – una scenografica installazione invita alla scoperta del mondo Reda Active attraverso cinque interpretazioni del brand firmate da Isaora, Dyne, GR1PS, 42/54 e Aeance.
Sorpresa per i Fiorentini in Piazza dei Signori dove un occhio rosa  (“l’occhio che tutto vede” di Gucci)  annuncia l’allestimento del Gucci Garden, realizzato da Alessandro Michele (dal 2015 direttore artistico della Maison)  all’interno del Palazzo della Mercanzia riportato ai fasti originari dall’installazione che comprende anche l’abito creato da Michele per Gucci (già presentato nelle Gallerie Palatine), ispirato a una delle più belle donne del Rinascimento Italiano, Simonetta Vespucci.  Al progetto che Gucci ha voluto per ricordare la sua fondazione in Firenze nel 1921 ha collaborato Maria Luisa Frisa, studiosa di moda e direttore del Corso di laurea in Design della Moda e Arti Multimediali di IUAV a Venezia.
Pitti Uomo prosegue nel suo programma travolgente che spazia in tutta Firenze e oltre: a Prato è allestita una importante mostra degli abiti di Maria Antonietta.  Un film infinito è tutta questa edizione di Pitti Uomo  che non a caso Agostino Poletto – con la complicità scenografica di Sergio Colantuoni ha voluto dedicare  a un gioco cinematografico intorno alla vita della moda maschile.
Importanti ritorni a Pitti con Corneliani nella nuova versione imprenditoriale, i Fratelli Rossetti per le calzature, fino all’attesissima sfilata di Brock Brothers che per la prima volta porta in passerella la sua moda in occasione della celebrazione dei duecento anni di vita del brand. Parte da Firenze infatti il tour celebrativo che farà il giro del mondo nel segno dell’importante griffe.
Al Jaguar Club di via del Proconsolo si presenta la nuova collezione Damir Doma X Lotto : evento atteso per le molte proposte innovative annunciate e per l’autorevolezza della griffe. E di firme autorevoli parleremo nelle prossime relazioni con precedenza assoluta per la veneta Belvest.
Per il prossimo autunno-inverno torna prepotente il cappotto,  capo irrinunciabile che si riaffaccia autorevole anche con firme note: Schneiders lo presenta nella versione che si ispira a un vecchio film, “Il terzo uomo” e al suo indimenticabile protagonista Orson Welles  che sfoggia un cappotto con lunghezza al ginocchio, ampio ma non troppo, caldo e di stile assolutamente metropolitano.
Tanta nel guardaroba maschile del prossimo inverno la maglieria : Seventy ne fa uno dei capitoli più consistenti della sua bella collezione. Ma se di maglia parliamo, torneremo sulla collezione più visitata, Brunello Cucinelli per raccontarla con la cura del dettaglio che fa di questa ricerca il cult della grande griffe che presenta la collezione a Pitti e nei prossimi giorno a Milano.  
 

Mercoledì 10 Gennaio 2018, 02:39
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilVenerdì 5 Ottobre 2018, 13:34
pubblicato ilVenerdì 28 Settembre 2018, 21:45
pubblicato ilMartedì 18 Settembre 2018, 07:36
pubblicato ilSabato 15 Settembre 2018, 20:15
pubblicato ilVenerdì 14 Settembre 2018, 07:41
pubblicato ilLunedì 10 Settembre 2018, 11:45
pubblicato ilVenerdì 7 Settembre 2018, 16:27
pubblicato ilMartedì 4 Settembre 2018, 07:33
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER