Il Veneto lancia "Una nobile causa"
il film di Briguglio contro la ludopatia

PER APPROFONDIRE: lido, mostra cinema, promo, Regione, venezia
Il Veneto lancia  "Una nobile causa"  il film di Briguglio contro la ludopatia

di Riccardo Petito

VENEZIA - «Una nobile causa» di Emilio Briguglio affronta una patologia in espansione, la ludopatia ossia la dipendenza da gioco d'azzardo. Secondo tradizione della commedia all'italiana, capace nei momenti migliori di frequentare la più vasta gamma di registri, dall'ironia al dramma, la produzione padovana della Running Tv International dimostra una notevole ambizione.



Nel breve promo presentato ieri nello spazio della Regione Veneto all'Hotel Excelsior al Lido di Venezia, si è vista la presenza di significativi attori italiani, location e organizzazione di tutto rispetto. Giorgio Careccia e Simona Marchini che, assieme a Giorgio Catania e Rossella Infanti, erano presenti alla conferenza, hanno ricordato il clima familiare vissuto sui set: interamente locali, con sostegno della Regione (Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo) e patrocinio dei Comuni e assessorati alla cultura di Dolo e Padova. Sullo schermo anche Roberto Citran e Francesca Reggiani, Massimo Foschi e la soubrette Nina Senicar, Nadia Rinaldi ed Eleonora Fuser. Una scommessa importante e impegnativa, secondo i produttori Rebecca e Tarcisio Basso: due le storie che si intrecciano, quella di una madre di famiglia che, dopo una grossa inaspettata vincita, viene convinta da marito e figli a consultare - onde evitare colpi di testa - uno psicologo. Quest'ultimo le racconterà a sua volta la storia di un suo paziente, un nobile veneziano impoverito dal gioco d'azzardo.



Domenica 6 Settembre 2015, 10:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il Veneto lancia "Una nobile causa"
il film di Briguglio contro la ludopatia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti