Maestra indagata per molestie. «Ti amo»: quei messaggi all'alunno

PER APPROFONDIRE: alunno, maestra, messaggi, molestie, vicenza
Maestra indagata per molestie. «Ti amo»: quei messaggi all'alunno
VICENZA - I messaggi tra il bambino e la maestra, ora indagata dalla procura di Vicenza per molestie, sono in mano agli investigatori che stanno facendo luce sul caso che coinvolge la donna, insegnante 40enne di sostegno, e un ex alunno delle elementari.

Lo riportano i quotidiani locali, si tratta di messaggi dell'anno passato che la donna si era scambiata con lo studente di quinta elementare: in questi lo avrebbe chiamato "amore mio", "ti amo", e ancora, "mi sono innamorata, sapessi quanto ti spupazzerei su tutto il mio corpo". A scoprire le cha sono stati la mamma e il papà dell'alunno. Ed è proprio ai genitori che ha raccontato anche di un paio di baci con la maestra di sostegno, uno dei quali, di cui si sarebbe traccia anche nelle conversazioni sullo smartphone.

I genitori hanno denunciato l'insegnante rivolgendosi ai carabinieri di Vicenza, a cui si sono presentati nel giugno 2018. Il pm Barbara De Munari, in base alla denuncia della famiglia e alle indagini dei carabinieri della stazione di Vicenza, ha aperto un fascicolo. E il 27 giugno lo studente nell'incidente probatorio. «Credo che in questa vicenda si possa parlare di un rapporto insegnante-alunno assolutamente corretto», ha detto l'avvocato Michele Grigenti, che difende la donna assieme al collega Emanuele Fragasso. «Un rapporto al più un po' affettuoso, ma assolutamente privo di qualsiasi contenuto e risvolto di natura sessuale».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 31 Maggio 2019, 09:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maestra indagata per molestie. «Ti amo»: quei messaggi all'alunno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-05-31 16:08:38
Mah,strana storia....
2019-05-31 16:01:35
non comprendo per quale ragione a parte invertite lo sdegno sarebbe stato maggiore...mi fa schifo tutto questo e noto, purtroppo, che le perversioni sessuali stanno dilagando. Non posso davvero capire come un individuo di 40 anni mandi messaggi sfacciatamente ambigui ad un bambino di 10 anni...NON RIESCO A CAPIRE...trovo tutto questo schifoso e aberrante
2019-05-31 19:14:27
Aberrante che un bambino di 10 anni abbia un cellulare non lo trovi?
2019-05-31 14:09:01
ma che razza di discorso hanno fatto gli avvocati? con messaggi di quel genere? ma roba da matti. E probabilmente la maestra ha capito in che situazione si è messa tanto che ha scelto un avvocato noto
2019-05-31 13:54:26
Mah! Saranno i cambiamenti climatici..