Ubriaco al volante investì bimbo: 4 anni e 2 mesi di condanna per l'artigiano

L'artigiano Dal Santo e il luogo dell'incidente

di Luca Pozza

VICENZA - E' stato condannato oggi in Tribunale a Vicenza, in primo grado, a 4 anni e 2 mesi, Pietro Dal Santo, il 58enne artigiano thienese che lo scorso febbraio, nel centro storico di Marostica alla guida del suo camioncino, aveva investito una famiglia, ferma a mangiare un gelato in un parco, ferendo gravemente un bimbo di 14 mesi che si trovava nel passeggino a fianco della mamma. Secondo quanto emerso successivamente Dal Santo il giorno dell'incidente era ubriaco e al momento del fatto stava fuggendo ad un posto di blocco della polizia locale.

Al bimbo, rimasto in rianimazione per diversi giorni, fu poi amputato il piede destro: oggi sta meglio e può camminare grazie anche ad una piccola protesi, donata grazie alle donazioni e all’affetto dell’intera comunità, che si è stretta fin da subito attorno alla famiglia, residente proprio a Marostica. Il processo, tenutosi oggi pomeriggio, si è tenuto con rito abbreviato (che comporta lo sconto di un terzo della pena), alla presenza dei genitori del piccolo. Il pubblico ministero Barbara De Munari aveva chiesto una condanna molto più severa, pari a 8 anni e mezzo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 22 Ottobre 2019, 20:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ubriaco al volante investì bimbo: 4 anni e 2 mesi di condanna per l'artigiano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-10-23 09:57:14
Severa 8 anni? ora gliene danno 4... io gli avrei dato 5 anni per non essersi fermato, 5 anni perche' era ubriaco, 20 anni perche' ha preso sotto un innocente e 10 anni per il piede del piccolo. E da fare tutti, questo invece tra un paio di anni di buona condotta e' di nuovo fuori a bere.
2019-10-23 07:58:32
pena degna dei giudici e dei politici italiani
2019-10-23 07:07:45
Se era ubriaco sono troppo pochi.
2019-10-22 20:38:51
Il problema non sono gli anni dati, ma quelli che scontera' davvero (probabilmente nessuno). Come sempre lo scandalo italico del rito abbreviato: sei colpevole SENZA SE E SENZA MA e con il rito abbreviato risparmi un terzo della pena. Prima di ulteriori sconti. italia