La FemiCz Rovigo rinforza ancora la mischia: arriva il sudafricano Greeff

Mercoledì 6 Maggio 2020 di Paolo Romagnolo
Il terza linea sudafricano Carel Greeff
ROVIGO - Si rafforza il timbro sudafricano della FemiCz Rugby Rovigo. Anche il secondo colpo di mercato assestato in vista della stagione 2020/2021 arriva dal Paese degli Springboks. Ieri il club di viale Alfieri ha ufficializzato l’ingaggio del terza linea Carel Greeff, che segue di pochi giorni quello del pilone Entienne Swanepoel, prelevato dal Petrarca Padova.
Confermate, dunque, le voci che da giorni davano i Bersaglieri vicini al forte numero 8 dei Medicei Firenze, il cui arrivo alla corte di coach Umberto Casellato consente di colmare la lacuna lasciata da Fabio Michelotto, che ha rinunciato alla maglia rossoblù per lavorare a tempo pieno nell’azienda agricola di famiglia. Greeff rappresenta l’alternativa ideale nel ruolo al capitano Matteo Ferro, che così sarà libero di scalare in seconda linea quando necessario.
Nato a Klerksdorp il 20 maggio 1990, il neo rossoblù è un giocatore già maturo, con una buona esperienza in Top12. 105 chili di peso per 184 centimetri di altezza, ha iniziato la sua carriera seniores nel 2011 con i Golden Lions XV.
LA SCHEDA 
Dal 2013 al 2015 ha vestito la maglia dei Griquas, mettendo in fila 50 presenze. Nel 2014 è entrato a far parte della rosa dei Cheetahs, squadra con la quale ha partecipato al Super Rugby, disputando però solo 6 partite.
Nella stagione 2016/2017, l’ultima giocata nel Paese di origine, ha militato con i Pumas in Currie Cup. L’anno seguente Greeff ha accettato l’offerta dei Medicei, diventando ben presto uno dei pilastri della formazione toscana. In biancorosso il terza linea sudafricano ha collezionato 52 presenze in tre stagioni e mezza, dimostrando anche un buon fiuto per la meta, come confermano i 75 punti messi a segno in totale.
«Per me è un sogno poter giocare a Rovigo, il club numero uno in Italia – sono le prime parole del nuovo bersagliere, che confessa di aver ricevuto il consiglio di un giocatore che a Rovigo ha fatto storia prima di diventare allenatore dei trequarti dei Medicei - Stefan Basson mi ha parlato molto della professionalità del club e del calore dei tifosi. Appena ho firmato l’accordo con i Bersaglieri, il capitano Matteo Ferro mi ha contattato per darmi il benvenuto ed è stato un gesto che ho apprezzato molto. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura».
Sul fronte partenze, lo Stade Dijonnais, squadra della terza divisione francese, ha ufficializzato l’arrivo dell’ormai ex rossoblù David Odiete. Per sostituire il forte estremo la Rugby Rovigo potrebbe nuovamente bussare alla porta dei Medicei: il primo nome segnato nell’agenda di Casellato sarebbe infatti quello dell’argentino Segundo Tuculet.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA