Saltano i test-match di rugby estivi, Francia e Inghilterra salvano i campionati

Mercoledì 25 Marzo 2020 di Ivan Malfatto
Un'azione di Queensland Reds contro Bulls, ultima partita  internazionale giocata nel Super Rugby  prima della sospensione per il coronavirus
Lunedì sera il mondo del rugby si è ritrovato in videoconferenza. Come spiegano i comunicati di World Rugby, la federazione mondiale, e i resoconti del quotidiano francese l'Equipe, c'erano i rappresentanti delle 12 federazioni più importanti (Inghilterra, Francia, la Fir per l'Italia, Galles, Irlanda, Scozia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia, Argentina, Giappone e Figi) e i comitati del rugby professionistico (le leghe). L'obiettivo era affrontare l'emergenza coronaviurs e fare ipotesi sulla riorganizzazione dei calendari, se e quando tale emergenza sarà superata.

Non sono state prese decisioni ufficiali, ma la tendenza espressa è quella di "annullare quasi certamente le tourneé di giugno e luglio nell'emisfero sud e considerare la possibilità di aggiungere due test match a novembre a quelli nell'emisfero nord per compensare il mancato guadagno" scrive l'Equipe. Quindi per l'Italia niente tour in America, mentre i due match autunnali in più sarebbero quelli da recuperare del Sei Nazioni con Inghilterra e Irlanda, per completare il torneo e assegnare il titolo. Ora i favoriti sono proprio gli inglesi, per situazione di classifica e difficoltà dei match da disputare, rispetto a Francia, Irlanda e Scozia, le altre squadre matematicamente in corsa.

L'annullamento dei test-match aprirà la possibilità di completare il Top 14 francese e la Premiership inglese tra giugno e luglio, se sarà finita l'emergenza. "La nostra priorità è trovare una strada per tornare a giocare" ha detto il chief executive della Premiership Darren Childs alla Bbc, ricordano che il massimo campionato inglese è sospeso fino al 24 aprile e ha ancora 9 giornate più i play-off da giocare, mentre tutti i campionati domestici inferiori sono stati annullati (come in Scozia, Galles e Irlanda). 

La Francia invece non ha ancora annullato nessun campionato, li ha solo sospesi come il Top 14, e sta monitorando la situazione giorno dopo giorno. E il Pro 14 dove sono coinvolti Benetton e Zebre? E il Top 12, massimo campionato, o campionato domestico italiano? Si attende una decisione. © RIPRODUZIONE RISERVATA