Ladri in casa della tuffatrice Dallapé, lei scappa con la figlia e si ferisce. Rubate le medaglie

Sabato 15 Febbraio 2020
Francesca Dallapé, a sinistra, con Tania Cagnotto: super coppia azzurra dei tuffi

TRENTO - Francesca Dallapé, ladri in casa: la tuffatrice azzurra scappa, cade e si ferisce. Tanta paura per la tuffatrice Francesca Dallapè che ieri ha scoperto i ladri all'interno del suo appartamento alla periferia di Trento. I malviventi hanno rubato tutte le medaglie vinte da Francesca, a cominciare da quella d'argento vinta alle Olimpiadi di Rio 2016 nel sincro con la compagna Tania Cagnotto

Cagnotto e Dallapè ripartono da Bolzano: l'obiettivo è Tokyo 2020

Ecco il racconto di quei drammatici momenti fatto dalla stessa Francesca Dallapé, 33 anni. «Verso le ore 20,15 di ieri sono entrata a casa, avevo Ludovica in braccio e quando ho aperto la porta ho visto due persone, due figure nere. Mi sono messa a correre, sono scappata via, ho perso l'equilibrio e sono caduta. Per proteggere la bambina mi sono buttata sul lato destro e ho riportato contusioni a ginocchio e spalla. Ludovica fortunatamente non ha riportato nulla. Adesso è tutto in mano alla Polizia, so che qualche medaglia è stata ritrovata ma non so quali».

I ladri infatti tra le altre cose, si sono allontanati con le medaglie conquistate dalla tuffatrice in carriera: 8 europee, due mondiali e l’argento alle Olimpiadi. Il cofanetto è stato poi trovato poco lontano, abbandonato in un cespuglio e la polizia ha recuperato la refurtiva.
 

Ultimo aggiornamento: 21:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA