Alimenti scaduti e punture di botox senza autorizzazione: denunce e sanzioni

PER APPROFONDIRE: denunce, esqulino, negozi, polizia
Alimenti scaduti e punture di botox senza autorizzazione: denunce e sanzioni
Alimenti scaduti e senza etichetta, farmaci venduti in un negozio di alimentari, botox iniettato senza autorizzazioni. A seguito di numerosi controlli amministrativi eseguiti dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Esquilino sono state denunciate e sanzionate diverse persone. In via Giovanni Giolitti i poliziotti hanno denunciato in stato di libertà tre cittadini del Bangladesh, perché nel loro esercizio commerciale di generi alimentari, sono stati trovati farmaci che non potevano essere commercializzati, poi sequestrati. Elevate anche sanzioni amministrative perché venivano venduti alimenti scaduti e senza le prescritte etichette in lingua italiana.

In via Emanuele Filiberto, gli agenti della Polizia di Stato hanno denunciato in stato di libertà due cinesi, che effettuavano trattamenti estetici senza essere autorizzate. All’interno del centro estetico sono stati rinvenuti numerosi flaconi di “botox” e “lidocaina” e gli strumenti per iniettarli. Il locale è stato posto sotto sequestro in considerazione delle scarse condizioni igienico sanitarie. Le due straniere erano state già  denunciate per lo stesso reato nello stesso esercizio commerciale. In via Luigi Pinciani invece, durante un altro controllo, gli agenti della Polizia di Stato hanno sequestrato presso un centro estetico e di tatuaggi, diversi flaconi di inchiostro risultato fuori commercializzazione e non utilizzabile per tatuare. La proprietaria dell’esercizio è stata sanzionata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Aprile 2019, 11:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alimenti scaduti e punture di botox senza autorizzazione: denunce e sanzioni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti