CINEMA
È MORTO L'ATTORE
THOMAS BAPTISTE
L'attore britannico Thomas

Lunedì 17 Dicembre 2018
CINEMA
È MORTO L'ATTORE
THOMAS BAPTISTE
L'attore britannico Thomas Baptiste, interprete di numerosi film e telefilm, è morto nella sua casa di Brighton & Hove, nell'East Sussex (Inghilterra), all'età di 89 anni. Nato il 17 marzo 1929 a Georgetown, nella Guiana Britannica, è stato uno dei più noti attori afro-caraibici: fece il suo debutto con il film Simba (1954) ed è stato il primo interprete di colore apparso nella serie tv inglese Coronation Street nel 1963, dove interpretava il ruolo di un autista di autobus. In seguito sul piccolo schermo Thomas Baptiste ha recitato in popolari telefilm come Simon Templar. Al cinema Thomas Baptiste si affermò nel 1965 con il film Ipercress, vestendo i panni di un agente segreto americano. Il suo maggior successo cinematografico è stato con I 4 dell'oca selvaggia (1978), recitando il ruolo del colonnello Mboya, un dittatore militare africano corrotto.
FILM
ADDIO AL REGISTA
MATTI KASSILA
Il regista e sceneggiatore finlandese Matti Kassila, pioniere del rinnovamento del cinema scandinavo, è morto nella sua casa di Vantaa all'età di 94 anni. Kassila raggiunse il successo e la popolarità tra gli anni 50 e 60 anche fuori dai confini nazionali, anche se le sue pellicole di maggiore successo appartengono agli anni 80. Tra i suoi film del primo periodo figurano La ragazza del ponte di luna (1953), L'onomastico di Hilma (1954), Il pastore Jussilainen (1954) e Elokku (1957) e Il mistero Rygseck (1960). Il suo capolavoro è considerato La settimana blu (1954), un racconto sull'estate nordica, ambientato a Kotka, e la storia d'amore clandestina tra un giovane operaio e la moglie di un uomo più anziano. Kassila ha firmato anche Finlandia oggi (1967), il documentario che fece conoscere al grande pubblico il nuovo volto della nazione scandinava.
© RIPRODUZIONE RISERVATA