Venerdì 18 Gennaio 2019, 00:00

Shoah, la generosità dei Mistruzzi raccontata da Lea

Shoah, la generosità dei Mistruzzi raccontata da Lea
IL CASOUDINE (Al.Pi.) Aveva 10 anni, Lea Polgar, quando il padre tornò a casa e comunicò alla famiglia di non poter più praticare come avvocato: l'inizio della persecuzione degli ebrei, una famiglia disperata, con quattro figli, che pur benestante non sapeva più come affrontare quella drammatica situazione. Lo zio, che non si rassegnava, rimase a Fiume e fu deportato, così come il cuginetto; gli altri chiesero aiuto ad Aurelio e Melania Mistruzzi, lui friulano, scultore e incisore del Vaticano (firmò le monete di Pio XI e parte di quelle...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Shoah, la generosità dei Mistruzzi raccontata da Lea
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER