Startup più innovativa il premio alla Karryco

Domenica 21 Ottobre 2018
IL RICONOSCIMENTO
TREVISO (mf) È Karryco la start-up più innovativa. La società trevigiana che punta a rivoluzionare il trasporto delle merci su strada attraverso il web, rendendolo più semplice ed economico, ha ottenuto il premio ideato dalla Camera di Commercio, assieme a t2i Trasferimento tecnologico e innovazione, intitolato alla memoria dell'ingegner Luciano Miotto, morto in mare lo scorso luglio, ex vicepresidente di Confindustria Veneto e imprenditore sempre attento all'innovazione tecnologica e alla ricerca di nuove soluzioni. L'assegnazione del riconoscimento è stata ufficializzata nel contesto di Treviso Creativity Week.
I MOTIVI
L'idea di Karryco - è scritto nella motivazione - è interessante e innovativa. Vuole sviluppare un servizio che potrebbe sostenere lo sviluppo di relazione tra servizi old economy e servizi digitali, attivando un nuovo modello di business». In particolare, la piattaforma web progettata da Karryco permette ai vettori di ricevere le richieste degli utenti tramite delle notifiche push, filtrate in base alle zone di operatività e alla categoria merceologica desiderata. Con la presenza della chat in tempo reale, inoltre, vettori e clienti possono confrontarsi in modo immediato in relazione alle loro esigenze specifiche. Il premio è stato consegnato da Roberto Santolamazza, direttore di t2i, alla presenza di due rappresentanti di Imesa, società di cui Miotto era titolare.
VISIONARIO
Il riconoscimento è stato ideato proprio per ricordare la sua figura di imprenditore visionario, che negli anni ha anche ricoperto vari ruoli istituzionali in t2i. Grazie a questo premio, Karryco avrà la possibilità di svilupparsi per sei mesi nell'incubatore certificato di t2i e di usufruire dei servizi di consulenza per l'analisi del modello di business, della fattibilità economica dell'idea, verifica degli eventuali strumenti di tutela della proprietà intellettuale, azioni di networking con altre start-up e aziende consolidate e ricerca di eventuali finanziamenti o investitori per lo sviluppo della stessa start-up. «L'atteggiamento positivo verso il futuro, l'apertura a una visione globale e la sensibilità verso i temi sociali di Luciano Miotto rimarranno un grandissimo insegnamento spiega Giorgio Zanchetta, presidente di t2i queste sono anche le motivazioni che spingono startupper a progettare nuove idee di business».
© RIPRODUZIONE RISERVATA