Rogo nella casa Ater: ustionato 73enne

Domenica 15 Dicembre 2019
L'INCENDIO
TREVISO Si stava facendo la doccia quando in cucina, improvvisamente, è scoppiato un incendio. Il fumo ha invaso tutta la casa, rendendo l'aria irrespirabile e, aperta la porta del bagno, è stato investito da una fiammata e da una nube di fumo nero. Scalzo e con pochi indumenti addosso ha cercato di domare le fiamme, ma è rimasto ustionato a piedi e braccia, ferendosi a una mano per poi fuggire in strada, chiedendo aiuto. Sono stati attimi di terrore quelli vissuti ieri mattina in via Bomben da un uomo di 73 anni, Giorgio Dal Pai, volto noto in città dove ha gestito per decenni la ferramenta di via Filippini, tra piazza Trentin e le mura, chiusa circa tre anni fa. Il pensionato è stato subito soccorso dagli infermieri del Suem 118 e dai vigili del fuoco. Aveva subito ustioni a un piede e a un braccio e per questo, medicato in pronto soccorso al Ca' Foncello, è stato successivamente trasferito al Centro Grandi Ustionati di Padova. Le sue condizioni, fortunatamente, non sono gravi, ma oltre alle ustioni il 73enne ha inalato molto fumo, rimanendo intossicato.
L'ALLARME
L'allarme è scattato verso le 9 di ieri mattina in via Bomben, una laterale di via Piave, in zona stadio. Dall'appartamento al primo piano di Dal Pai stava uscendo una colonna di fumo, ben visibile dall'esterno. L'incendio, stando a quanto emerso, era scoppiato in cucina, probabilmente a causa di una fuga di gas o di un malfunzionamento. Il 73enne in quel momento era sotto la doccia e, quando ha aperto la porta del bagno, è stato avvolto da una fiammata e da una nuvola di fumo nero. Il pensionato è corso verso la cucina per cercare di domare il rogo, ma è rimasto ferito a un piede, probabilmente a causa di alcuni vetri rotti, e alla mano. «I soccorsi sono stati tempestivi - raccontano i due inquilini del primo piano - e i vigili del fuoco ci hanno fatto subito sgomberare l'appartamento». Dal Pai è stato medicato sul posto e poi caricato in ambulanza e, dopo i primi accertamenti all'ospedale di Treviso, è stato trasferito al centro specializzato in ustioni di Padova.
I DANNI
I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per domare le fiamme e mettere in sicurezza l'appartamento, dichiarato inagibile per i danni da fumo e per le condizioni in cui versava la cucina, da dove sarebbe partito il rogo, probabilmente scoppiato, stando alle prime ipotesi, per una fuga di gas. Per tutta la durata dell'intervento via Bomben è rimasta chiusa al traffico. Assieme ai vigili del fuoco è intervenuta la polizia, che ha proceduto anche con i rilievi della scientifica, e i tecnici dell'Enel. Nel rogo infatti è stata danneggiata anche una centralina elettrica e molte abitazioni del complesso, di proprietà dell'Ater, sono rimaste senza corrente fino al ripristino della linea. La situazione è tornata alla normalità solo nel primo pomeriggio. Ora la speranza è che Giorgio Dal Pai possa rimettersi al più presto.
Alberto Beltrame
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA