LA TENDENZA
TREVISO Per i giovani la casa resta un sogno. Lo studio sul mercato

Domenica 15 Dicembre 2019
LA TENDENZA
TREVISO Per i giovani la casa resta un sogno. Lo studio sul mercato immobiliare trevigiano eseguito dall'agenzia ImpREsa, che conta nove sedi nella Marca, rivela che negli ultimi quattro anni solo l'1% delle richieste di un'abitazione è arrivato da under 26. La musica non cambia con gli affitti. L'ufficio studi del gruppo Tecnocasa evidenzia che gli importi dei canoni si sono impennati tra la seconda metà del 2018 e i primi sei mesi di quest'anno. Nel trevigiano la spesa mensile per un monolocale è aumentata del 3,6%. E' il balzo più grande registrato in tutto il Veneto. E per i bilocali l'aumento ha toccato quota 1,6%.
I DATI
Sul fronte acquisti la parte del leone è recitata da chi ha un'età compresa tra 26 e 35 anni (35%) e tra 36 e 45 anni (37%). A seguire la fascia tra 46 e 60 anni (21%) e gli over 60 (6%). «Più propensi agli spostamenti, gli under 30 privilegiano soluzioni in affitto spiega Antonio Tommasi, amministratore di imprREsa srl i pochissimi che scelgono di acquistare sono molto esigenti: si concentrano su case dalla massima efficienza energetica, in bioedilizia. L'opposto di quello che gran parte dell'offerta immobiliare propone». Di contro, sono soprattutto i proprietari tra 46 e 60 anni a mettere in vendita o in affitto una casa. Nelle vendite la grandezza media è di 132 metri quadrati. Negli affitti, invece, si scende a 84. Nella Marca la destinazione preferita è Treviso (42%). Chi guarda al capoluogo cerca casa fuori mura (29%) e in centro (16%). Si punta soprattutto agli appartamenti: solo il 20% è orientato su abitazioni semi-indipendenti, abbinate, bifamiliari e villette a schiera, e ancor meno, il 6%, opta per una soluzione indipendente. Il budget medio per un appartamento va da un minimo di 127mila euro a un massimo di 218mila euro. A fronte di un prezzo medio dell'offerta che si aggira sui 175mila euro. Sale a 280mila euro, invece, il tesoretto destinato, sempre in media, a una soluzione semi-indipendente: la metratura ideale parte da 86 metri quadrati fino a 158. «I prossimi mesi si preannunciano interessanti: c'è un ritrovato desiderio di investire sul mattone sottolinea Tommasi complici i nuovi contratti di affitto con tassazione ridotta, non sono pochi coloro che stanno comperando case per poi affittarle».
L'AVVERTIMENTO
Dalla Cgil, però, avvertono che il mercato del mattone non risponde affatto alle esigenze dei giovani. «Per gli under 35 la casa di proprietà diventa ormai un miraggio. Quella dell'affitto è una scelta obbligata dice il segretario Mauro Visentin e i giovani faticano a strappare anche questo. Molto spesso, per paura della morosità, quando non li destinano all'offerta turistica, i proprietari preferiscono lasciare sfitti i loro immobili piuttosto che offrirli a chi non ha un contratto stabile e ben pagato. In tutto ciò le politiche pubbliche non attuano interventi di edilizia popolare rivolti alla fascia giovane conclude il co-housing e altre forme sostenibili nel nostro territorio non trovano spazio».
Mauro Favaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA