Cittadella per le start up: «Così aiutiamo gli imprenditori»

Giovedì 26 Novembre 2020

CASTELFRANCO
Una cittadella per le start up, sbarca a Castelfranco un'innovazione unica nel territorio che darà voce e aiuto agli imprenditori del futuro. Il progetto chiamato Next Heroes, nasce su idea di Bassel Bakdounes, titolare dell'agenzia di markting Velvet Media proponendosi di dare una mano alle start up con un think tank di professionisti nei settori della finanza, management e comunicazione sotto un unico tetto, un capannone di oltre 2mila metri quadrati con tanto di palestra e bar.
L'IDEA
«Lo Stato non aiuta gli imprenditori, siamo stufi di vedere idee morire e per questo abbiamo risolto il problema alla radice creando un modello rivoluzionario - dice Bassel Bakdounes - Nell'ultimo anno abbiamo studiato oltre un centinaio di proposte, ne abbiamo scelte solo una dozzina. In tutto, stimiamo che queste realtà nel 2021 possano fatturare circa 16 milioni di euro. Non a caso, alcuni fondi hanno già chiesto di entrare nella proprietà dell'hub, stiamo portando avanti trattative interessanti». La proposta verte sulla presenza di un innovation hub creato con un team di professionisti diversificati capaci di garantire delle consulente trasversali supplendo così alle mancanze che spesso ci sono negli incubatori tradizionali e che provocano il fallimento delle start up entro il primo anno di vita.
IL TEAM
Tra i professionisti nomi come quelli di Sebastiano Zanolli, manager, advisor, speaker e autore, esperto in team coaching, gestione del cambiamento e leadership; Cristiano Ottavian, project manager, consulente e formatore, esperto in project management e nell'avvio di startup; Candi Chen, esperta di strategia, manager e imprenditrice con ampia esperienza in international business management e nell'avvio di startup; Riccardo Scandellari, divulgatore, formatore, autore e consulente in ambito branding e comunicazione. Tutti questi esperti sono riuniti in una struttura open space di oltre 2mila metri quadrati a Castelfranco con sale riunioni, aree dedicate al networking, palestra e punti ristoro una sorta di microsistema economico che fa in modo che i vari soggetti ideatori e creatori delle start up si conoscano tra di loro anche per avviare delle collaborazioni. «Il Covid sta lentamente uccidendo la nostra economia, per ripartire l'Italia ha bisogno di start up innovative che sappiano pensare un futuro diverso spiega Bakdounes - Siamo certi che l'ecosistema di Next Heroes, amplificato dall'arrivo di fondi di investimento, giocherà un ruolo chiave nella rinascita del tessuto economico italiano già adesso». (lr)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA