Tessaro guida la categoria fornitura meccanica

Domenica 15 Dicembre 2019
LA STAFFETTA
BELLUNO Cambio alla guardia all'assemblea della Meccanica sub fornitura: la nuova presidente è Barbara Tessaro. Contitolare, con i fratelli Daniele e Tiziano della ditta Controlmec dei Tessaro srl di Alano di Piave, specializzata nella meccanica di precisione, che attualmente occupa 8 addetti. La neo presidente è imprenditrice da 25 anni. Nonostante in famiglia ci fosse già un'azienda avviata, nel 1994 ha scelto di scendere in campo in prima persona, assieme a un fratello prematuramente scomparso nel 2002. Il dramma non blocca Barbara Tessaro che continua l'attività con altri due fratelli, gli attuali soci, per proseguire il percorso intrapreso.
All'esito dell'assemblea, Barbara Tessaro ha ringraziato i colleghi per la fiducia e ha dichiarato: «Più che presidente di mestiere mi considero un membro di un gruppo di persone con lo stesso obiettivo, quello di far crescere la propria attività cercando di sfruttare le varie opportunità che ci vengono concesse, rendendo quest'ultime più visibili a tutti.  Il mio impegno sarà volto da subito a instaurare relazioni personali con i colleghi imprenditori del comparto per capire le loro aspettative e i loro interessi. Lo scambio di idee aiuterà a rafforzare le scelte operative e strategiche che andremo ad assumere a partire dalla difficoltà di trovare personale, fenomeno che sta mettendo in crisi il nostro settore».
Presidente, Vicepresidente e Direttore di Confartigianato Belluno, presenti all'assemblea, si sono congratulati con la neo presidente: «Accogliamo con entusiasmo l'energia positiva di Barbara - hanno spiegato - dandole il benvenuto nella nostra squadra. La sua professionalità e la sua determinazione sono requisiti fondamentali per la costruzione di un gruppo di lavoro che sappia raccogliere le sfide che il mercato del settore pone, in primis la difficoltà a trovare giovani leve. Al presidente uscente, Dario Cavalet, rivolgiamo i nostri ringraziamenti per il lavoro svolto a favore della categoria».
© RIPRODUZIONE RISERVATA