Giovedì 16 Maggio 2019, 00:00

Fece a pezzi un capretto e finì nei guai per 2 coltelli

L'INTERROGATORIOBELLUNO «Ho aiutato un'amica, malata, che non poteva fare da sola». Così ieri mattina si è giustificato il nigeriano 32enne, migrante ospite in una struttura di accoglienza, che il 25 marzo scorso era stato fermato a spasso per Cavarzano con in mano un coltello da macellaio e una mannaia. Ieri mattina il profugo è andato di fronte alla polizia di Stato, in questura, accompagnato dal suo avvocato di fiducia, Raffaele Addamiano a rendere interrogatorio. Gli agenti erano stati delegati dal pm Simone Marcon, che è titolare...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fece a pezzi un capretto e finì nei guai per 2 coltelli
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER