Verona, uccide un paziente in ospedale e attacca gli infermieri con le forbici

PER APPROFONDIRE: omicidio, verona
Choc in ospedale: uccide paziente  e ferisce infermieri e medici
Un uomo ha ucciso la scorsa notte un paziente nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Legnago, nel veronese, e si è scagliato con delle forbici contro medici e infermieri, due dei quali sono rimasti leggermente feriti nel tentativo di disarmarlo. Alla fine l'omicida, un polacco che era stato ricoverato poco prima per atti di autolesionismo, è stato bloccato e arrestato dai carabinieri.

L'autore dell'aggressione mortale all'ospedale di Legnago (Verona), un 35enne polacco, era in Italia da soli due giorni, ed alloggiava a Nogara (Verona). Ieri aveva tentato di suicidarsi tagliandosi i polsi. Era stato così soccorso dal 118 e portato all'ospedale legnaghese dove, dato lo stato di agitazione era stato necessario sedarlo. Per questo, da prassi medica, era stato portato in attesa del risveglio nel reparto di rianimazione.

Ma poco prima della mezzanotte l'uomo si è alzato dal letto, ed ha strappato i cavi dei macchinari che tenevano in vita un 52enne veronese, malato terminale, che per questo è deceduto subito dopo. Quando gli infermieri del reparto l'hanno avvicinato per bloccarlo, il polacco ha brandito un paio di forbici, cercando di colpirli. Due di loro hanno riportato leggere ferite, prima di riuscire a immobilizzarlo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Aprile 2017, 14:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Verona, uccide un paziente in ospedale e attacca gli infermieri con le forbici
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2017-04-17 15:29:43
Non avevamo già abbastanza squilibrati italiani da importarne da altre nazioni?
2017-04-17 15:10:44
E dove poteva venire, se non nel paese che intitola strade e piazze a basaglia????
2017-04-17 12:17:15
Risorsa o no sempre in Italia vengono a dare i numeri , deve essere scritto al confine , per chi arriva da altri paesi , che qualsiasi cosa pensino in Italia si può fare , e lo fanno , infatti era appena arrivato e non ha perso tempo . Condoglianze alla famiglia del malato terminale.
2017-04-17 10:37:12
Buongiorno. A tutti quelli che come sempre parlano di "risorsa" in termine spregiativo faccio presente che è polacco come lo era Papa Wojtyla Giovanni Paolo II "che è stato canonizzato, insieme a Giovanni XXIII, da papa Francesco, con la concelebrazione del papa emerito Benedetto XVI, il 27 aprile 2014 (come per la beatificazione, festa della Divina Misericordia)". Cordiali saluti
2017-04-17 11:15:06
@ Buon giorno a lei. Si infatti,n'altro de bon.