Quei 1738 pass per disabili intestati a cittadini deceduti e svaniti nel nulla. E qualcuno ne approfitta...

PER APPROFONDIRE: morti, pass disabili, verona
Quei 1738 pass per disabili intestati a cittadini deceduti e svaniti nel nulla. E qualcuno ne approfitta...
VERONA - Sono 1738 i pass disabili intestati a cittadini veronesi deceduti, mai restituiti. Permessi che sono quindi detenuti in modo illegittimo dai familiari o dai parenti e che spesso li usano illegalmente per parcheggiare gratuitamente e facilmente.

Un numero annunciato oggi dall' Amministrazione comunale scaligera che insieme al Comando della Polizia municipale ha lanciato la campagna di sensibilizzazione «Ritorna il pass», un appello a restituire il pass disabile delle persone decedute all'ente che lo ha rilasciato. «Un numero davvero importante - ha detto Luigi Altamura, comandante dei vigili -, tanto più se raffrontato al totale degli stalli riservati ai disabili presenti in città, che sono 1576».

Da marzo inizieranno i controlli e le verifiche sul posto, ovvero sotto casa di chi, il pass, lo utilizza senza averne diritto. I vigili hanno l'elenco completo degli intestatari di pass disabili deceduti e non restituiti. «L'uso del permesso intestato ad un defunto - ha spiegato l'assessore alla sicurezza, Daniele Polato - è, infatti, solo uno dei casi di utilizzo illecito, quotidianamente accertati dai controlli degli agenti». Per contrastare questo abuso già nel 2018 sono stati controllati 6.016 pass disabili.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Febbraio 2019, 17:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Quei 1738 pass per disabili intestati a cittadini deceduti e svaniti nel nulla. E qualcuno ne approfitta...
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-02-27 15:18:11
Sei stato colto in flagranza di reato con un tagliando falso, scaduto, inesistente...... Confisca dell'auto e ritiro della patente per un anno.
2019-02-22 07:55:41
Ovunque il problema non è capire se il pass e vero o falso , di solito sono veri ed associati alla targa dell auto parcheggiata....ma chi lo usa non è disabile ...quindi anche coi controlli digitali i vigili verranno beffati da questi scrocconi dei parcheggi con pass free dei parenti.
2019-02-21 14:23:39
ma il tagliando disabile dovrebbe essere appiccicato al vetro dell'auto. se è spostabile vuol dire che la disabilità è minima? con il tagliando in mano potrei soccorrere quelle auto che cercano un posto.
2019-02-21 12:02:42
Come giustamente suggerisce qualcuno gli archivi devono dialogare tra loro ed aggiornarsi a vicenda. Inoltre, esiste ormai l'app e il sito dove metti la targa e vedi se c'è sia l'assicurazione, bollo ecc... Se non c'è già, bisogna associare il disabile alla targa e metterlo in rete così si vede subito se è veramente disabile. Anche se molto spesso vedo giovani disabili che camminano bene e usano lo smartphone meglio di Zuckemberg...
2019-02-21 07:58:29
Basterebbe che due uffici dialogassero, anche facilitati da gestione informatica tra computer collegati in rete...e apposito software.Poi un contrassegno facilmente leggibile tramite una banda magnetica o codice a barre.