«Sposami e vieni in Italia»: poi la minaccia e la fa prostituire

PER APPROFONDIRE: moglie, prostituzione
«Sposami e vieni in Italia»: poi la minaccia e la fa prostituire
VERONA - Uno straniero, un bosniaco di 54 anni, è stato arrestato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona con l'accusa di sfruttamento della prostituzione, minacce aggravate e lesioni personali. I poliziotti sono intervenuti su richiesta di una donna che segnalava di essere stata minacciata dall'uomo, suo connazionale, in seguito ad una lite maturata nell'ambiente della prostituzione.

La donna ha raccontato di essere intervenuta in difesa della moglie dell'uomo, costretta da tempo a prostituirsi contro la sua volontà e sotto la minaccia di violenze. Da due giorni la donna tenuta nascosta all'interno di un'abitazione di un'altra prostituta. Quando gli agenti sono intervenuti hanno trovato la giovane bosniaca con un polso fratturato e varie ecchimosi sul corpo. La ragazza ha ammesso di essere da tempo vittima delle violenze del marito: dopo il matrimonio, l'aveva seguito in Italia con l'illusione di una vita agiata ma ben presto la stessa veniva costretta a prostituirsi in strada per racimolare denaro. L'uomo è stato portato nel carcere veronese di Montorio dove resterà in attesa del processo. Il Gip, dopo l'interrogatorio di garanzia ha convalidato il fermo disponendo la custodia cautelare in carcere. La moglie, 27enne, è stata medicata all'ospedale di Borgo Trento e messa in contatto con il centro anti tratta che si occupa di aiutare donne vittime di eventi del genere. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Dicembre 2017, 15:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Sposami e vieni in Italia»: poi la minaccia e la fa prostituire
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti